Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Modello europeo: aria FREDDA artica in vista per il Mediterraneo, quali conseguenze?

Novembre sembra almeno in parte volersi riscattare dalla lunga stasi atmosferica altopressoria delle scorse settimane; ecco cosa avrà in serbo per noi questa nuova mensilità.

In primo piano - 6 Novembre 2017, ore 10.55

L'anticiclone spinge la propria influenza verso l'oceano Atlantico settentrionale ed ecco che la circolazione atmosferica in ambito europeo si fa subito più interessante; ad attirare la nostra attenzione avremo nei prossimi giorni una depressione artica, la quale andrà a stabilire la propria sede sulla Penisola Scandinava, laddove sono previste diverse giornate di tempo freddo, instabile e ventoso. La distensione del nostro anticiclone oceanico verso Islanda e Groenlandia, seppur senza avere piena capacità di creare un blocking convinto, faciliterà una discesa delle masse d'aria fredde verso la fascia delle medie latitudini d'Europa.

Il bacino centrale del Mediterraneo ricadrebbe sul lato discendente di una vasta saccatura, sperimentando quindi una fase di tempo più freddo ed instabile con target ipotizzato dai modelli nella seconda decade di novembre. Ancora difficile stabilire con esattezza la precisa traiettoria delle masse d'aria artiche sull'Europa, anche se appare sin da adesso probabile il mantenimento di una certa resistenza altopressoria su Francia e soprattutto Penisola Iberica, limitando le ciclogenesi con perno ad ovest dell'Italia.

Dunque una circolazione di tipo settentrionale con maggiori chances di instabilità (ed anche NEVE a quote non troppo alte) in vista per il centro ed il Mezzogiorno, ripristino di un trend secco (ma freddo) sulle regioni settentrionali, con isoterme previste al piano isobarico di 850hpa (circa 1500 metri) addirittura di segno negativo. 

Come detto, l'azione di blocco sull'oceano Atlantico non sembra troppo convinta, nel prossimo futuro l'Europa potrà ancora sperimentare fasi anticicloniche dovute a riprese temporanee del gradiente sull'oceano Atlantico settentrionale.  Una circolazione atmosferica che funzionerà "a strappi", mancheranno scenari di tempo estremamente tormentato ma al tempo stesso non vi sarà nemmeno una eccessiva stasi atmosferica verso scenari insistenti di anticlone.

Sguite gli aggiornamenti su meteolive.it


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum