Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

MODELLO EUROPEO: al via una nuova fase ARTICA sul Mediterraneo, ma con quali conseguenze?

Una nuova svolta della circolazione atmosferica europea in questa parte conclusiva di novembre: cominceremo con la perturbazione di domenica 26 e lunedì 27 per poi andare a finire dove? Analisi dettagliata sul tempo che verrà.

In primo piano - 21 Novembre 2017, ore 21.30

Nel brevissimo termine il nostro Paese sperimenterà una fase atmosferica particolarmente mite, nella quale ritroveremo flussi di correnti sud-occidentali a cavallo tra la fascia degli anticicloni posta alle latitudini mediterranee e la figura di bassa pressione distesa dall'oceano Atlantico, il Regno Unito e la Penisola Scandinava. Trattasi quindi di una circolazione neanche troppo instabile ma che anticiperà di alcuni giorni l'ingresso di una perturbazione sui settori centrali europei tra domenica 26 e lunedì 27 novembre. Sarà questa la primissima manifestazione in un cambio della circolazione atmosferica che riporterà le masse d'aria fredde artiche sull'Europa e sul Mediterraneo. 

L'azione instabile vista questa sera dal modello europeo, assume toni di una certa importanza; l'intrusione d'aria calda nella regione polare riuscirebbe a spingersi alle estreme latitudini settentrionali dell'oceano Atlantico e la Groenlandia, la controrisposta porterebbe alla creazione di un'onda di Rossby estremamente pronunciata sull'Europa. 

L'apporto d'aria fredda all'interno della struttura sarebbe considerevole e riporterebbe sul nostro continente uno standard sicuramente più vicino all'inverno, sebbene sull'est Europa e soprattutto sulla Russia, cioè lungo il lato ascendente di questo grande scambio meridiano, i valori termici sarebbero soggetti ad una risalita

Quanto durerà?

Allo stato attuale, l'aggiornamento del modello europeo amplifica gli effetti della fase artica sull'Europa, accentua l'onda di Rossby e regala alcune giornate di fine novembre all'insegna di una circolazione piuttosto fredda ed instabile dal sapore invernale. Naturalmente è ancora impossibile scendere nel dettaglio, stabilire quali valori termici verranno effettivamente toccati e ragionare sulla posizione dei relativi minimi di bassa pressione sul territorio europeo.

Questa fase dovrebbe persistere almeno sino a quando non vi sarà un rinforzo tale di gradiente sull'oceano Atlantico da spingere l'anticiclone nuovamente a preferire le latitudini d'Europa; ciò dovrebbe verificarsi approssimativamente nella prima decade dicembrina ma ci siamo spinti già troppo in là. 

Nel frattempo soffermiamoci a comprendere gli effetti della fase artica prossima ventura sul nostro Paese, vi potrebbero essere senza dubbio degli spunti di interesse. 

Seguite gli aggiornamenti su meteolive.it


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum