Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

MODELLO CANADESE: primi di ottobre con MALTEMPO SEVERO sull'Italia?

Il modello canadese strizza l'occhio all'europeo e tradisce l'americano.

In primo piano - 25 Settembre 2018, ore 09.19

Per il modello americano non è ancora ora che le masse d'aria fredde riescano a spingersi cosi ad ovest da piazzare una saccatura nel cuore del Mediterraneo tale da produrre maltempo severo, freddo autunnale e anche la prima neve sulle cime dei monti.

Il modello europeo e quello canadese sono di ben altro avviso e stamane propongono o ripropongono la loro ipotesi perturbata. Il modello canadese, che analizziamo qui, pensa che sia arrivato il momento di sbarazzarsi dell'oppressione anticiclonica e di proporre un affondo freddo direttamente sul centro Europa, con l'obiettivo di sfondare anche a sud delle Alpi e di proporre una situazione depressionaria di chiaro stampo autunnale.

La depressione si scaverebbe al suolo sull'Alto Adriatico entro le prime ore di martedì 2 ottobre, andando poi a traslare lentamente verso il centro del Paese nelle successive 24 ore.

Quasi tutta l'Italia sarebbe coinvolta dalla spirale nuvolosa legata alla depressione ma i fenomeni più intensi si registrerebbero tra nord-est, Emilia-Romagna, regioni centrali, specie del versante adriatico e successivamente poi su medio e basso Tirreno, cioè tra basso Lazio, Campania e poi Calabria tirrenica, ma questi sono dettagli da confermare o rivisitare se e quando questa linea di tendenza venisse confermata.

Certamente questo anticipo del maltempo al periodo 2-4 ottobre, rispetto al modello americano che lo prevede invece dopo il 7 del mese, con caratteristiche peraltro quasi analoghe, lascia un po' perplesso il team di MeteoLive. Era però doveroso fare informarne i lettori.

Al momento quale sembra l'ipotesi più probabile? Il modello americano prevede quella più "facile": cioè con l'anticiclone ancora sufficientemente forte da limitare l'incidenza dell'aria fredda da nord alla regione balcanica, a parte delle nostre regioni adriatiche e al meridione: al momento sembra questa l'opzione più scontata ma i dubbi stanno aumentando. Non perdetevi nemmeno un aggiornamento!

Confronta questa ipotesi con quella del modello europeo: http://www.meteolive.it/news/In-primo-piano/2/il-maltempo-del-modello-europeo-controlliamo-l-affidabilita-/75226/
 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum