Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

MODELLO CANADESE: dalla "quasi" ESTATE ad un fine settimana più FREDDO ed INSTABILE

Brusco voltafaccia del tempo sul Mediterraneo nel corso del prossimo fine settimana. Ecco la tesi imbastita questa mattina dal modello canadese.

In primo piano - 14 Aprile 2015, ore 08.59

Questa mattina, invece di analizzare come di consueto le bizze del modello europeo, ci soffermeremo sul terzo "tenore" della meteo, che ha sempre una certa valenza in campo previsionale. Si tratta del modello Canadese.

L'elaborazione di oltre oceano, questa mattina preme sull'acceleratore circa il cambiamento del tempo atteso sull'Italia nel prossimo fine settimana. In sostanza, più che un lento incedere degli elementi sembra trattarsi di un brusco voltafaccia delle condizioni meteo, che da quasi estive potrebbero assumere connotazioni tardo-invernali, specie al settentrione.

Fino a giovedì 16 non succederà quasi nulla. Venerdì 17 aprile (prima cartina in alto) inizierà a manifestarsi un calo della pressione sull'Europa centrale e sul nord Italia, stante lo spostamento dei massimi di pressione verso il Regno Unito. Da ciò scaturiranno i primi fenomeni di instabilità e i primi cali della temperatura al settentrione.

Il passaggio di aria fredda sull'Europa centro-orientale potrebbe essere ancora più incisivo nella giornata di sabato 18 aprile (seconda cartina a lato).

Notate la formazione di una depressione da contrasto sul nord Italia, foriera di tempo instabile anche su parte delle regioni centrali. Arriveranno rovesci, qualche temporale e un ulteriore calo delle temperature e della quota neve, specie sulle Alpi.

Al meridione e sulle Isole avremo invece una situazione migliore, seppure in peggioramento a partire da ovest.

Il "fattaccio", sempre secondo il modello canadese, potrebbe avvenire nella giornata di domenica 19 aprile.

Lo sfondamento maggiore dell'aria fredda in direzione del nord Italia darebbe adito alla formazione di una depressione al centro del Mediterraneo, con condizioni di instabilità praticamente ovunque.

Al nord e su parte del centro, come anticipato, ci sarebbe anche un cospicuo calo termico e della quota neve, che cadrebbe a quote basse per il periodo.

Si tratta ovviamente della linea previsionale contemplata dal modello in parola, che attualmente si pone come la più pessimistica. Il modello europeo e americano, difatti, enfatizzano meno i toni di questo peggioramento, optando per una maggiore instabilità, ma con un clima non particolarmente freddo.

Se metti "Mi piace" sulla nostra pagina Facebook riceverai i nostri aggiornamenti meteo direttamente sulla tua bacheca di Facebook e potrai interagire con tutti gli altri nostri fan: https://www.facebook.com/MeteoLive 

 


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum