Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

MODELLO AMERICANO: virata verso il FREDDO e L'INSTABILITÀ sul finire della seconda decade

Nei prossimi giorni un cambiamento delle condizioni atmosferiche riporterà condizioni atmosferiche incerte soprattutto al centro ed al sud, un calo della temperatura si farà sentire sull'Europa ed una buona fetta dello stivale.

In primo piano - 15 Dicembre 2016, ore 17.00

Quello che si preannuncia nei prossimi giorni sul continente europeo, appare essere una vera e propria "lotta" tra le masse d'aria mite e le masse d'aria fredda in arrivo dall'artico RUSSO. Abbiamo ancora oggi una previsione che non riesce ad essere elaborata dal modello americano con sufficiente precisione, la catena di eventi che si verificherà sul nostro continente entro i prossimi 10 giorni rimane pertanto ancora da decifrare nel dettaglio.

In linea di massima gli steps potrebbero essere così descritti:

STEP 1: la previsione del modello americano lascia aperta la strada a diverse possibilità, tra le quali quella che al momento sembrerebbe divenire più probabile sarà l'approfondimento di una circolazione depressionaria con perno sui settori centro-meridionali italiani tra domenica 18 e mercoledì 21 dicembre. Trattasi a tutti gli effetti di una circolazione secondaria il cui sviluppo verrebbe senz'ombra di dubbio agevolato dalla presa di forza di un'onda dinamica distesa dall'oceano Atlantico all'Europa nord-orientale.

Un certo raffreddamento delle temperature proprio nel periodo a cavallo tra il termine della seconda e l'esordio della terza decade dicembrina riguarderebbe quindi i settori meridionali d'Europa. Un evento di maltempo in chiave invernale riporterebbe nuovamente la pioggia al centro ed al sud (soprattutto isole maggiori). Avremo anche del freddo in vista soprattutto per i settori settentrionali della nostra penisola, laddove il freddo affluito sui Balcani potrà poi travasare facilmente verso il Mediterraneo.

STEP 2: volgendo lo sguardo a lungo termine appare probabile un nuovo addolcimento delle temperature sul nostro continente ad iniziare dalle aree più settentrionali occidentali. Le correnti miti oceaniche conquisterebbero infine i settori meridionali europei ed il bacino del Mediterraneo, mentre andrebbe esaurendosi la circolazione secondaria di venti orientali.

A tal proposito ulteriori conferme saranno tuttavia necessarie nei prossimi aggiornamenti.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 16.57: A12 Genova-Rosignano

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso nel tratto compreso tra Genova Est (Km. 4,2) e Allacciam..…

h 16.55: A14 Ancona-Pescara

rallentamento

Traffico rallentato causa trasporto eccezionale nel tratto compreso tra Grottammare (Km. 301,7) e P..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum