Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

MODELLO AMERICANO: instabilità oceanica messa al bando a tempo indeterminato

CONFERMATA nei prossimi giorni ancora una circolazione atmosferica FORTEMENTE DISTURBATA. Una maggiore invasività dell'anticiclone potrebbe (ma il condizionale è ancora d'obbligo) favorire una parentesi di tempo un po' più stabile attorno la metà del mese. Nel dettaglio le ultime novità del modello americano.

In primo piano - 7 Ottobre 2016, ore 19.30

Entriamo ormai nel vivo di una fase atmosferica piuttosto fredda ed instabile, portata da una circolazione di venti orientali; quest'ultima viene e verrà mantenuta attiva dalla presenza di una figura altopressoria collocata in posizione anomala sulla Penisola Scandinava. Da qui il nostro anticiclone subirà nei prossimi giorni ben poche variazioni, presentandosi un po' come una figura cardine atta a plasmare la sinottica generale in ambito europeo in questa prima metà di ottobre.

La circolazione dei venti sull'Europa acquisterà quindi caratteristiche di "antizonalità". Il nocciolo d'aria più fredda in quota potrebbe approdare a ridosso delle nostre regioni settentrionali tra martedì 11 e mercoledì 12, momento in cui il tempo risulterà incerto su tutta la penisola anche se non viene attualmente previsto alcun transito frontale organizzato. L'instabilità sarà come sempre più frequente sulle regioni di Mezzogiorno.

Superata la prima metà di ottobre, potremo poi fare i conti con una maggiore invasività dell'anticiclone, qualche giornata un po' più temperata farà capolino su Sardegna, le regioni settentrionali ed il Tirreno, ancora note d'instabilità sul Mezzogiorno e sui versanti adriatici. Nel frattempo l'anticiclone sposterà il proprio baricentro verso l'oceano Atlantico e sull'ovest d'Europa, mantenendo comunque ben salda la propria roccaforte alle latitudini settentrionali.

Una nuova pulsazione dinamica dell'alta pressione sul nord dell'oceano Atlantico (Islanda, Groenladia), potrebbe infine innescare una nuova discesa d'aria molto fredda questa volta di origine ARTICA verso la Penisola Scandinava e l'Europa orientale, con risvolti futuri ancora tutti da verificare. (domenica 16 - lunedì 17).

In ambito italiano questo aggiornamento torna a rimarcare una lunga parentesi di tempo INSTABILE con target questa volta più specifico alle regioni di Mezzogiorno ed ai versanti adriatici. Al nord proseguirebbe a tempo indeterminato un trend avaro di precipitazioni ma accompagnato da valori termici sempre abbastanza freschi.

Seguite gli aggiornamenti della sera.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 14.00: A4 Milano-Brescia

coda incidente

Code per 2 km causa incidente nel tratto compreso tra Svincolo Di Cormano (Km. 131,9) e Viale Cert..…

h 13.57: T1-TRF.Bia Traforo Del Monte Bianco

coda

Code a Piazzale Lato Francese (Km. 3) in direzione Courmayeur dalle 13:51 del 16 dic 2017…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum