Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

MODELLO AMERICANO: in sintesi il tempo previsto da qui alla fine di novembre

L'aria artica torna a conquistare l'Europa e con essa anche le manifestazioni di instabilità che torneranno a farsi sentire anche sul nostro Paese. Ecco quello che dovremo aspettarci nei prossimi giorni.

In primo piano - 24 Novembre 2017, ore 18.30

ANALISI SINOTTICA ED EVOLUZIONE: una profonda figura di bassa pressione con perno sul mar di Norvegia, organizza una perturbazione che entro domani, troveremo in azione sul bacino centrale del Mediterraneo, in grado di coinvolgere anche il nostro Paese. In queste ore i settori meridionali d'Europa sono interessati da un flusso abbastanza teso di miti correnti sud-occidentali che trasportano con sè addensamenti nuvolosi lungo le coste del versante tirrenico e sulle regioni settentrionali. Entro le prossime 24 ore assisteremo ad un ulteriore aumento della nuvolosità dovuto all'approssimarsi della nuova perturbazione. Il passaggio dell'asse di saccatura sull'Europa centrale e sul nostro Paese è atteso proprio nel fine settimana. Al suo passaggio verranno introdotte nuove masse d'aria ben più fredde di origine artica. 

PRECIPITAZIONI: sul quadro precipitativo possiamo segnalare i preziosi millimetri di pioggia che domani cadranno sulle regioni settentrionali, con particolare riferimento della Liguria e dell'alta Toscana, l'alto Piemonte, l'alta Lombardia, il Veneto ed il Friuli. Domani mattina sono previste importanti precipitazioni nevose sino a quote modeste anche sui crinali confinali delle Alpi piemontesi e valdostane, assai colpiti i versanti svizzeri e francesi. Domenica 26 vi saranno delle precipitazioni anche lungo i versanti adriatici e qualche spunto di'instabilità sul basso Tirreno e le coste sicule settentrionali. 

Una seconda perturbazione coinvolgerebbe il nostro Paese mercoledì 29 e giovedì 30 novembre, in questo caso la distribuzione delle precipitazioni è ancora abbastanza imprecisa, anche se al momento le chances per gli accumuli più elevati se le giocherebbero le regioni del medio versante Tirrenico, dalla Toscana sino alla Campania. Ritorneremo su questo aspetto nei prossimi aggiornamenti. 

TEMPERATURE: la fase di temperature molto miti che si sta verificando soprattutto in queste ultime ore alle quote superiori, sarà destinata ad avere una durata limitata. La nuova perturbazione prevista nel weekend introdurrà masse d'aria fredda di origine ARTICA e con esse un calo della temperatura che da domenica 26 si farà sentire soprattutto sulle regioni settentrionali, laddove il modello americano mette in luce isoterme negative (sino a -2°C sul piano isobarico di 850hpa, circa 1400 metri).

Questo potrebbe preparare l'arrivo della NEVE sino a quote modeste nella giornata di mercoledì 29 novembre su parte delle regioni settentrionali, anche se vanno ancora risolti i dubbi in merito alla distribuzione dei fenomeni nella perturbazione di fine mese. 

Seguite gli aggiornamenti su meteolive.it


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum