Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

MODELLI e MALTEMPO: chi avrà ragione?

Giungono conferme dai due principali modelli circa la fase di maltempo che interverrà in Italia la prossima settimana. Ecco tutti i dettagli a riguardo.

In primo piano - 31 Ottobre 2014, ore 09.44

Si riduce la distanza previsionale e contemporaneamente sale la preoccupazione per l'ondata di maltempo che interesserà l'Italia la prossima settimana.

L'innesco della fase perturbata, con le prime precipitazioni prefrontali sul nord-ovest, è atteso nella giornata di lunedì 3 novembre. Siamo quindi in un range temporale abbastanza ridotto, che ci autorizza a drizzare ulteriormente le antenne.

Rispetto a ieri, il modello americano resta pesante, segnatamente per il settore di nord-ovest, anche se i quantitativi di pioggia sono stati fortunatamente ridotti con le ultime emissioni.

 

Resta comunque un pescaggio sciroccale molto basso e soprattutto l'incognita della depressione che si originerà nel Mediterraneo quando la saccatura verrà isolata dal flusso atlantico principale.

Uno "strappo depressionario" che si muoverà come una mina vagante nel Mare Nostrum e che potrebbe mettere sotto maltempo anche le regioni meridionali nella seconda parte della settimana.

Una situazione ancora tutta la seguire e che purtroppo concede poco spazio ad eventuali ritrattazioni.

Se confrontiamo il modello americano con quello europeo, entrambe le elaborazioni contemplano una situazione di pesante maltempo. Il modello europeo, tuttavia, è leggermente più orientale rispetto al collega americano e mette sotto piogge intense non solo il nord-ovest, ma un po' tutto il nord, l'alto Tirreno e la Sardegna.

Poche centinaia di chilometri potrebbero fare la differenza sull'entità del maltempo che colpirà l'Italia la prossima settimana. Di conseguenza, sarà necessario monitorare ancora la situazione, anche per via di una scadenza previsionale non immediata.

 

La "mina vagante" della depressione mediterranea viene ovviamente contemplata anche dal modello europeo, come dimostra questa analisi prevista per la notte tra giovedì e venerdì della prossima settimana.

In questo frangente siamo ancora nel medio termine, di conseguenza saranno possibili altri cambiamenti. Tuttavia la posizione della suddetta depressione sarà una bella gatta da pelare per previsori e addetti ai lavori nel corso dei prossimi giorni.

Complessivamente possiamo affermare che, anche quest'oggi, il maltempo risulti confermato sia dal modello europeo che da quello americano.

Se metti "Mi piace" sulla nostra pagina Facebook riceverai i nostri aggiornamenti meteo direttamente sulla tua bacheca di Facebook e potrai interagire con tutti gli altri nostri fan: https://www.facebook.com/MeteoLive


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum