Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Modelli a confronto: qualcosa cambia attorno a metà mese, tuttavia...

Dalle carte attuali si notano piccoli passi avanti dell'inverno sull'Italia. La situazione, tuttavia, risulta molto incerta e ancora passibile di cambiamenti.

In primo piano - 7 Gennaio 2016, ore 09.12

Si intriga la matassa invernale a metà gennaio sull'Italia. La stagione più travagliata dell'anno proverà ad uscire allo scoperto, ma mancherà ancora la grinta necessaria per imporsi sulla dittatura della mitezza che da troppo tempo sta condizionando il nostro clima.

Ad una rapida occhiata, l'inverno farà qualche passo avanti, ma le certezze rimangono distanti. La giornata presa come campione di riferimento per il nostro confronto è venerdì 15 gennaio.

La prima cartina ci mostra l'evoluzione prevista dal modello americano per la giornata in parola.

Si nota un flusso di correnti da nord-ovest sull'Italia, con un'invernata abbastanza severa sul settore centro-orientale del nostro Continente. Da noi arriverebbe sicuramente un calo delle temperature associato a condizioni di "instabilità fredda", ma non si tratterebbe di freddo intenso. Ad acuire la sensazione "gelida" ci penserà una ventilazione anche sostenuta da nord-ovest, che metterebbe i bracci di mare in condizioni non buone.

Il modello canadese (seconda figura a lato) contempla una situazione molto simile al collega americano, anzi, in alcuni casi è quasi sovrapponibile.

Flusso di correnti da nord-ovest sull'Italia in un contesto solo relativamente freddo, con fenomenologia in corrispondenza di impulsi freddi un transito da nord a sud.

Anche in questo caso avremo un clima ventoso e abbastanza dinamico, con la neve che potrebbe interessare parte dell'arco alpino e l'Appennino centro-settentrionale.

Ultimo, ma non meno importante, il modello europeo.

L'elaborato nostrano opta per una corrente più occidentale con qualche precipitazione (anche nevosa a bassa quota) al settentrione (terza figura a lato).

Le correnti nord-occidentali più fredde subentrerebbero in seguito, con un calo termico più cospicuo ad iniziare dalle regioni settentrionali.

Insomma, questa mattina le elaborazioni non prendono ancora una posizione definita. Bisognerà aspettare ancora per valutare quale sarà il filo conduttore che emergerà dalle prossime analisi. Continuate a seguirci!

Se metti "Mi piace" sulla nostra pagina Facebook riceverai i nostri aggiornamenti meteo direttamente sulla tua bacheca di Facebook e potrai interagire con tutti gli altri nostri fan: https://www.facebook.com/MeteoLive 

 

 

 


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 01.52: SS28 Del Colle Di Nava

frana rallentamento

Traffico rallentato causa frana nel tratto compreso tra Incrocio Pontedassio (Km. 133,4) e Incrocio..…

h 01.42: A1 Roma-Napoli

rain

Pioggia nel tratto compreso tra Pontecorvo (Km. 658,3) e Caianello (Km. 700,8) in entrambe le dir..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum