Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Meteolive sulle nevi del Brenta e dell'Adamello-Ski: le curiosità, le situazioni, i commenti dei maestri di sci...

L'inverno 2006-07 soffre anche oltre i 2000 metri di altitudine. Il contesto è più tardo-primaverile che non propriamente invernale. Curioso veder piovere con +1°C e poi nevicare con +6°C...

In primo piano - 5 Marzo 2007, ore 11.26

"Siamo direttamente passati dalla neve di Natale (poca e programmata, ndr) a quella di Pasqua". Questo il commento amaro del Maestro di Sci che abbiamo incontrato sulle piste di Folgàrida (TN), sintesi quanto mai azzeccata di una stagione che sulle Alpi, tranne rare eccezioni, non è mai decollata come si sarebbe convenuto. Un inizio stentato, con precipitazioni latitanti e temperature mai inferiori alla norma; quindi un prosieguo con nevicate un po' più frequenti (ma quasi mai abbondanti, tranne in casi rari), ma anche con temperature decisamente elevate rispetto ai valori abituali; ed infine un epilogo che sembra quanto mai anticipato, conseguenza di un sole troppo caldo per il calendario e di un manto nevoso che, mai adeguatamente rimpinguato, rischia la fusione prematura quando manca ancora più di un mese alle festività pasquali, quest'anno per giunta nemmeno troppo in là (7-8-9 aprile). Male, decisamente male. Specie per quelle stazioni sciistiche situate troppo in basso o troppo esposte a meridione. Noi di MeteoLive abbiamo sondato il terreno andando a spulciare qua e là sui comprensori sciistici di Campiglio, di Marilleva-Folgàrida e dell'Adamello-Ski, e abbiamo preso atto di una situazione sicuramente fuori del "normale". In un'intera settimana (quella dal 24/2 al 3/3) la colonnina di mercurio non è mai scesa al di sotto degli zero gradi nella nostra stazione di riferimento posta a Marilleva, quota 1400 metri, con esposizione a nord. Stesso copione ma quasi 900 metri più in alto, nei giorni del 27 e del 28 febbraio, e precisamente al Rifugio Graffer al Grostè, nel cuore delle Dolomiti di Brenta, dove per 24 ore filate, complice anche la copertura nuvolosa, il termometro non è mai sceso sotto la soglia di un -1°C (eravamo a 2261 metri di altitudine). Impietosa poi la pioggia, caduta il giorno 2 marzo fino a 2000 metri di altitudine (a quota 1855 metri registrata una temperatura minima di +2°C). Per trovare temperature negative ci siamo allora spostati sul Ghiacciaio del Presena, ad oltre 3000 metri di quota. E solo lì, oltretutto di buon ora al mattino, abbiamo potuto respirare a pieni polmoni la freschezza di un pungente -3°C (giorno 1 marzo). Inclementi i +11°C fatti registrare sui 1500 metri di Valbione, sopra Ponte di Legno (giorno 1/3), così come pure i +14°C di Folgàrida (poco sotto i 1300 metri), i +13°C di Madonna di Campiglio e i +12°C registrati al Rifugio Orso Bruno (2178 metri) il giorno 28/2. E dire che non affatto rari sono stati i casi di rovesci di neve con temperature ben superiori agli zero gradi, complice aria secca e freddo consistente in quota. In un paio di occasioni si è passati in pochi minuti da sole pieno con 11°C a rovesci di neve fitta con 6°C! Miracoli della meteorologia... In un contesto del genere è facile intuire la situazione di un manto nevoso assolutamente sofferente sotto i 1700 metri e seriamente a rischio su tutte quelle piste esposte tra sud-est e sud-ovest. Un vivo e fiero riconoscimento va comunque espresso agli operatori delle stazioni sciistiche che stanno facendo veri e propri miracoli per garantire ai fruitori della montagna un degno scenario invernale per la pratica dello sci. Ci si augura, per le prossime settimane, che il quadro termico torni su valori abituali e che la neve torni a cadere sulle montagne, sì da garantire un degno finale di stagione sulle piste da sci e non solo.

Autore : Emanuele Latini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 07.17: A56 Tangenziale Di Napoli

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso nel tratto compreso tra Vomero (Km. 12,9) e Camaldoli (K..…

h 07.17: S01 Strada Grande Comunicazione Fi-Pi-Li (per Livorno)

rallentamento

Traffico rallentato causa viabilità esterna non riceve nel tratto compreso tra Svincolo Lastra A S..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum