Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Meteo MARZO: confermata la piega piuttosto FREDDA ed instabile almeno sino a...

...A metà mese.

In primo piano - 1 Marzo 2016, ore 10.01

E' già successo alla fine di inverni dominati dagli anticicloni e da vortici polari troppo compatti e sta risuccedendo: a fine stagione si presentano condizioni simil invernali con tempo molto instabile, un po' di freddo e la ricomparsa della neve a quote anche molto basse.

Per tutta la prima decade del mese sono previsti affondi perturbati dal nord Atlantico con un contributo di aria artica dapprima marittima, poi forse anche di tipo continentale.

In pratica tutto il Mediterraneo ne verrà "turbato" con precipitazioni frequenti, approfondimento di minimi depressionari e nevicate sui rilievi. L'alta pressione non solo non dovrebbe più riuscire a spingersi sul Mediterraneo centrale, ma sarebbe destinata ad indebolirsi ulteriormente.

La sorpresa però, che NON ci viene data da una corsa estrema del modello, bensì dalla media degli scenari, arriva dall'evoluzione prevista all'inizio della seconda decade, che prevede la formazione di un anticiclone sulla regione scandinava e l'Italia nuovamente raggiunta da correnti fredde di estrazione artica continentale o addirittura polare continentale, cioè in arrivo dal nord-est del Continente.

E' bene sapere che nel mese di marzo la generosa insolazione e la durata del dì favorisce la formazione sempre più frequente di nubi temporalesche, dalle quali in aria fredda, possono scaturire rovesci di neve a quote molto basse, anche se le temperature al suolo risultano relativamente alte: la violenza del rovesciamento dell'aria fredda verso il suolo durante i primi momenti del temporale può spingere i fiocchi sino alle pianure. 

Non bisogna dimenticare in queste situazioni le tante grandinate marzoline o gli episodi di neve tonda o gragnola, uno stadio intermedio tra la neve tonda e la grandine. Si differenzia dalla neve tonda per la sua superficie piuttosto liscia e la sua maggiore densità, ma è più piccola della grandine.

 Questo tipo di precipitazioni si generano proprio facilmente all'inizio della primavera.


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 03.18: A14 Bologna-Ancona

rallentamento

Veicoli lenti nel tratto compreso tra Allacciamento A1 Milano-Napoli e Bologna Borgo Panigale (Km...…

h 03.15: A8 Milano-Varese

fog

Nebbia a banchi nel tratto compreso tra Fiorenza-Allacciamento A4 (milano V.Le Certosa) e Barriera..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum