Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Meteo lungo termine: dall'autunno al FREDDO in tre mosse...

Affondo perturbato di origine nord Atlantica sull'Italia, freddo che cova sulla Russia, poi sfonda in Italia da est.

In primo piano - 19 Novembre 2014, ore 10.00

La corsa ufficiale del modello americano percorre stamane una pista pericolosa, la più difficile, una nera! Quella che cioè prevede in tre mosse lo sfondamento dell'inverno in sede mediterranea.

La prima mossa vede per la fine del mese lo sfondamento da nord di una depressione atlantica molto profonda, che troverà però nel muro anticiclonico sull'est del Continente un muro insormontabile. E' questo è già un segnale NOTEVOLE di cambiamento rispetto alla stagione scorsa, se trovasse conferma nei fatti.

Il perchè è facilmente intuibile: l'Atlantico, nonostante la forte spinta delle correnti occidentali non avrebbe la forza di sfondare più ad est come avveniva l'anno scorso.

Qualcuno potrebbe obiettare che tutto dipenderà dall'eccessiva profondità del minimo barico associato alla depressione: più è profondo e più fa rallentare il sistema. Vero, ma in ogni caso anche lo scorso anno c'erano depressioni profonde eppure passavano e soprattutto, aldilà del vortice si nota la brusca frenata della corrente a getto. 

Altra obiezione: per la verità l'anno scorso sul centro Europa si formò un anticiclone e tutto veniva deviato più a sud, tanto è vero che ne scaturì l'alluvione in Sardegna. Vero, ma non si trattava di un anticiclone termico. 
Ulteriore obiezione: anche l'anno scorso un blocco gelido avrebbe dovuto resistere alla forza delle correnti occidentali, ma crollò. Vero. Quella però fu la risposta ad un forte raffreddamento del vortice polare in sede stratosferico che quest'anno non si sta manifestando.

Dunque abbiamo qualche possibilità in più che l'inverno bussi alla nostra porta già ai primi di dicembre, perchè la depressione che andrebbe isolandosi nel Mediterraneo, sicuramente risucchierebbe una parte del freddo russo e se ad ovest dovesse costituirsi un ponte anticiclonico tra Azzorre e Scandinavia l'Atlantico rimarrebbe tagliato fuori e l'inverno potrebbe ulteriormente scatenarsi.

Quante possibilità ci sono che vada davvero così? Ieri davamo questa evoluzione al 35%, oggi ribadiamo tale percentuale.


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 04.26: A24 Roma-Teramo

problema

Mezzi spargisale in azione nel tratto compreso tra Valle Del Salto (Km. 75,2) e L'aquila Est (Km. 1..…

h 04.13: A25 Torano-Pescara

rain

Pioggia nel tratto compreso tra Avezzano (Km. 88,1) e Allacciamento A14 Bologna-Taranto (Km. 186,2)..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum