Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Meteo a 15 giorni: dopo la fiammata nord-africana un po' di frescura dall'oceano?

Prima il grande anticiclone, poi nuovamente la frescura atlantica? Proviamo a tracciare una linea di tendenza inerente alla prima decade di luglio.

In primo piano - 23 Giugno 2015, ore 16.00

Anche oggi dobbiamo confermare l'intervento di una forte ondata di calura, pronta ad investire il nostro stivale italiano a partire dagli ultimi giorni di giugno. L'alta pressione sarebbe in questo caso di origine africana e veicolerebbe sull'Italia una massa d'aria molto calda anche se tendenzialmente secca. Il motivo di tale offensiva dell'anticiclone, troverà risposta in un nuovo riassetto delle figure bariche sullo scacchiere europeo. Tenderà infatti a strutturarsi una importante circolazione di bassa pressione sui settori occidentali del continente, uno stratagemma utilizzato molto spesso dall'atmosfera per veicolare sulle nostre terre le ire dell'alta pressione africana.

Quello a cui assisteremo nei prossimi giorni quindi, potrà essere definito come un vero e proprio scambio di posti tra l'alta pressione delle Azzorre e quella africana, nella quale quest'ultima tenderà a prevalere sempre di più a scapito del "collega" oceanico.

I modelli rimangono tuttavia indecisi sul destino di questa ondata di calore; in buona sostanza ancora non si riesce a capire se potrà trattarsi di un'onda mobile oppure di un episodio destinato a durare molte giornate, anche se l'augurio di tutti è che possa trattarsi di una parentesi temporanea. Così come viene ipotizzato attualmente, l'alta pressione determinerebbe valori di caldo assai intenso, molto fastidioso soprattutto nelle zone interne del centro e del sud, mentre sulle coste la calura sarebbe mitigata dall'influenza del mare, a scapito però di una maggiore umidità relativa.

Vincesse la più positiva delle due ipotesi, considerata la tensione zonale che ancora interessa l'Europa e che secondo noi sarà destinata a portare ripercussioni anche nelle prossime settimane, l'ondata di calura africana potrebbe avere un carattere temporaneo e sarebbe seguita dall'ingresso d'aria più fresca dai quadranti occidentali, in grado di portare temporali anche violenti su alcune zone del nord, con un conseguente calo della temperatura su valori più accettabili.
 
Per adesso preferiamo fermarci qui.

Seguite gli aggiornamenti.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum