Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Mercoledì una perturbazione alle porte dell'Italia, la Sardegna nel mirino dei rovesci

L'Isola risulterà maggiormente penalizzata dal transito del corpo nuvoloso, mentre il versante tirrenico e la Sicilia avranno a che fare solo con una nuvolosità generalmente sterile. Migliore il tempo altrove.

In primo piano - 6 Aprile 2009, ore 10.54

L'anticiclone delle Azzorre, visti i recenti insuccessi di penetrazione sul bacino del Mediterraneo per la via canonica, quella di Gibilterra, tenterà di guadagnarsi i favori della primavera chiedendo la collaborazione del collega nord-africano, in realtà più sopito di lui. Da questa maldestra manovra ne risulterà un Mediterraneo ancora vulnerabile alle insidie della circolazione atlantica. Proprio in seno a questo attivo flusso oceanico una perturbazione ben organizzata viaggerà alla volta del Mare Nostrum, alimentata da uno strappo della corrente a getto in discesa verso il golfo di Biscaglia. Oltre alla vorticità offerta da transito del core del getto, di per sè piuttosto debole, il flusso in entrata dalla porta spagnola subirà la manipolazione orografica imposta dall'impatto contro la catena del Pirenei. Ne scaturirà così l'approfondimento di un minimo di pressione secondario la cui forza d'inerzia impressa dal getto lo porterà a raggiungere i nostri mari di ponente tra la sera di martedì e la notte su mercoledì. La perturbazione originaria sarà così costretta a scindersi in due tronconi; quello meridionale, associato al minimo anzidetto, interesserà pertanto l'Isola nella giornata di mercoledì con rovesci piuttosto diffusi e possibilità anche di qualche temporale. La frangia nuvolosa si spingerà fin a ridosso delle regioni di nord-ovest e sui versanti tirrenici del Paese, nonchè sulla Sicilia. Su questi settori però, la curvatura anticiclonica delle correnti, per quanto modesta, sarà sufficiente a dissuadere il corpo nuvoloso dall'avanzare ulteriormente e soprattutto dal procurare fenomeni che siano degni di nota al di là di una modesta instabilità.

Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum