Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Medio e LUNGO termine: compaiono delle novità all'orizzonte

Uno sguardo al nuovo aggiornamento del modello europeo ECMWF per tracciare una linea di tendenza sul futuro.

In primo piano - 1 Agosto 2018, ore 10.00

Entro i prossimi 3-4 giorni l'anticiclone raggiungerà sull'Europa il proprio apice di massima forza; su alcuni settori il CALDO morderà decisamente forte, alcuni Paesi come il Portogallo, la Spagna e le località a sud della Francia fanno i conti con l'ondata di caldo più intensa dell'intera estate che fa capolino sull'Europa ormai nella seconda parte della stagione estiva. A livello sinottico troviamo sui settori sopraccitati, il cuore più rovente dell'alta pressione, ove è presente un evidente contributo africano che favorisce un innalzamento delle temperature sino a soglie di attenzione, picchi sino a 45°C saranno possibili su tali settori almeno sino a sabato 4 agosto. Il nostro Paese anch'esso colpito dall'ondata di calore, dovrà fare i conti con temperature che, soprattutto sul centro Italia, potranno raggiungere la soglia dei +35°C/+37°C. 

Volgendo lo sguardo al medio e soprattutto a lungo termine, appare tuttavia qualche novità all'orizzonte; i valori di temperatura all'interno dell'alta pressione inizieranno dalla prossima settimana a stemperarsi un pochino, non fraintendete, di sicuro non arriverà a far fresco ma le temperature elevate di queste ultime giornate dovrebbero risultare un pò meno opprimenti. Pur senza concedere nulla di particolare, dalla prossima settimana l'alimentazione calda del nostro anticiclone dovrebbe iniziare a mollare la presa e questo favorirebbe una diminuzione dei geopotenziali alle quote superiori ma anche un ribasso delle temperature di almeno un paio di gradi sul piano isobarico di 850hpa (circa 1500 metri). 

Da questo punto di partenza alcuni modelli, tra cui anche l'Europeo ECMWF, ipotizzano l'avvicinamento di un fronte perturbato tra mercoledì 8 e giovedì 9 agosto, con effetti ancora tutti da verificare. Il FALLIMENTO di questa prima controffensiva perturbata, oppure un suo posticipo alla seconda decade di agosto, appaiono eventualità ancora abbastanza probabili. Nonostante tutto, pur tra la grande confusione dei modelli a lungo termine, almeno adesso abbiamo un faro sul quale puntare il nostro sguardo, una via di uscita in fondo al tunnel da seguire. 

Aggiornamenti su meteolive.it


 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum