Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

MALTEMPO: tra martedì 24 e mercoledì 25 febbraio nuovo peggioramento sull'Italia, specie al centro-sud

Nuovo strappo alla corrente a getto occidentale potrebbe determinare un nuovo cambiamento del tempo che interesserebbe il bacino centrale del Mediterraneo tra martedì 24 e mercoledì 25. Più esposte le regioni centrali e meridionali dello stivale. Vediamo nel dettaglio.

In primo piano - 19 Febbraio 2015, ore 10.45

Coerentemente con quanto annunciato negli aggiornamenti di ieri sera, il tempo atmosferico delle prossime giornate verrà con tutta probabilità influenzato dal transito di alcuni veloci sistemi perturbati dalle origini nord-atlantiche. Ne sono previsti almeno un paio da qui alla fine del mese, il primo che al momento appare più importante, ci interesserà nel corso del weekend sabato 21 - domenica 22 febbraio, portando ripercussioni sullo stato del tempo un po' su tutta l'Italia. Il secondo viene previsto attraversare il nostro territorio tra martedì 24 e mercoledì 25 febbraio.

Quest'ultimo, come sovente è accaduto nel corso di questa stagione invernale, trae origine da una modesta ondulazione della corrente a getto occidentale che seguita a rimanere piuttosto attiva sulle alte latitudini dell'Europa e dell'oceano Atlantico, testimoniando ancora una volta un elevato gradiente termico tra le latitudini polari e quelle basso europee e mediterranee, pattern sintomatico di un Vortice Polare piuttosto compatto.

La posizione più invadente dell'alta pressione delle Azzorre, dirotterebbe gli effetti di questo sistema perturbato verso le regioni centrali e meridionali del Paese
. L'impianto sinottico, più volte ripetutosi nel corso di questa stagione, comprenderà quindi la presenza dell'alta pressione col proprio cuore d'aria calda e stabile sull'oceano a due passi dall'Europa. Ne verrà direttamente coinvolta la penisola Iberica e parte della Francia, mentre l'impulso d'aria fredda ed instabile, scivolerebbe velocemente dal Regno Unito verso il Mediterraneo centrale. Da qui la probabile formazione di una bassa pressione con perno i mari meridionali italiani.

Maltempo
interesserebbe soprattutto l'Italia centrale ed il Mezzogiorno, neve sull'Appennino oltre gli 800-1000 metri di quota a causa dell'intrusione d'aria polare marittima sin verso il basso Mediterraneo. Non è da escludere un iniziale coinvolgimento delle regioni settentrionali nella mattinata su martedì 24. Temperature nuovamente in calo su tutta l'Italia.

Seguite gli aggiornamenti.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum