Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Maltempo tra martedì 10 e giovedì 12? Ecco l'analisi comparata dei modelli

Stamane netta divergenza d'opinione tra i modelli nord americani e quello inglese.

In primo piano - 7 Settembre 2013, ore 09.48

Avete già appreso che, dopo il primo passaggio temporalesco di lunedì 9 al nord e al centro, ne seguirà uno per il sud nella giornata di martedì 10, poi tra mercoledì e giovedì un vortice depressionario dovrebbe riuscire a coinvolgere il settentrione e le nostre regioni centrali, spingendo a tratti l'instabilità anche al sud.

E' questa l'ipotesi più probabile che ci sentiamo di sposare dopo un'attenta analisi comparata dei nostri 3 principali modelli di riferimento: il canadese, l'americano e l'inglese.

Entrambi gli americani vedono l'influenza del vortice piuttosto marcata con formazione anche di un minimo al suolo in Valpadana o a ridosso del Mar Ligure e fenomeni anche di una certa rilevanza, mentre l'inglese vede il nocciolo depressionario più ad est, tra Austria e Repubblica Ceca con conseguenti correnti da nord-ovest e fenomeni solo tra Triveneto e medio Adriatico, in un contesto termico comunque sensibilmente più fresco di quello attuale.

Anche l'inglese però nella sintesi delle sue corse d'ensemble, vede una maggiore ingerenza del vortice sull'Italia intorno a mercoledì 11 e giovedì 12, con fenomeni estesi anche al nord-ovest e alle regioni tirreniche. 

Per questo motivo ci è sembrato corretto proporre ai lettori l'ipotesi più instabile, che dunque alla fine sembrerebbero percorrere tutti i 3 modelli, ad eccezione della corsa cosiddetta "ufficiale" dell'inglese.

A fianco vi proponiamo comunque le 3 soluzioni: le due americane propense ad un maltempo più esteso e quella meno "invadente" del modello inglese di Reading. 

Da notare anche la difficoltà con cui l'anticiclone delle Azzorre tenda a spingersi verso il Mediterraneo. Quindi scenari votati ad un graduale passaggio di consegne stagionale.

Lo sbalzo termico con i valori attuali sarà notevole, specie al nord e nelle Alpi, dove sopra i 2000-2200m o perfino a quote inferiori potrebbe anche tornare a farsi vedere la neve.

Del resto con le precipitazioni convettive di fine estate basta davvero poco per trascinare la neve fin sotto i 2000m.

Seguite comunque tutti gli aggiornamenti!
 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 06.43: A50 Via Sandro Pertini incrocio Tangenziale Ovest Di Milano

coda incidente

Code per 3 km causa incidente nel tratto compreso tra Svincolo SS.412 Della Val Tidone: Pavia-Oper..…

h 06.41: A90-GRA Casilina-Appia

coda rallentamento

Code causa traffico intenso nel tratto compreso tra Svincolo 18: SS6 Via Casilina (Km. 37,8) e Svin..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum