Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

MALTEMPO - TEMPORALI: impariamo a conoscerli meglio

Prima di un temporale l'atmosfera si presenta pesante e carica di umidità; passato il fenomeno il cielo è più limpido e il clima più fresco...

In primo piano - 3 Giugno 2016, ore 12.10

Grosse nubi nere ci sovrastano. Le cime delle montagne non si vedono, tutto è appesantito da una cappa di afa quasi insopportabile. Improvvisamente si sentono i primi tuoni e da lì a poco la pioggia inizia a scendere scrosciante, a tratti accompagnata da un po' di grandine.

Dopo circa un’ora, il cielo si schiarisce, si rivedono i monti e anche l'osservatore profano capisce che il peggio è passato.

Ecco un esempio di ciò che avviene durante il passaggio di un temporale pomeridiano in estate. Il fenomeno difficilmente produce danni a patto che al suo interno le precipitazioni non siano violente e non persistano più del dovuto su aree ristrette.

Volendo fare un'analisi più approfondita, i temporali possono essere divisi in due categorie: i temporali pomeridiani, chiamati anche “di calore" (o convettivi) e i temporali frontali, più organizzati ed estesi, facenti capo ad una perturbazione in transito.

I temporali convettivi possono essere anche piuttosto intensi, ma si presentano localizzati. Si spostano a fatica dal loro luogo di origine se non per pochi chilometri. Il cielo che precede un temporale di calore è spesso colonizzato da enormi cumulonembi che si gonfiano e si espandono a vista d’occhio. Se il sole li illumina, questi assumono un colore bianco brillante, ma la loro base è in genere molto scura. e tormentata.

Quando il temporale convettivo ha finito di scaricare, il cielo si rasserena quasi di colpo, anche se in un primo tempo resta cosparso di nubi sfilacciate e di tipo alto. I maestosi cumuli presenti solo un'ora prima sembrano letteralmente scomparsi nel nulla. L’umidità dell’aria in un primo tempo si riduce, per poi aumentare nuovamente con il sopraggiungere della sera.

Ben diverso il discorso che riguarda i temporali frontali. A differenza dei convettivi possono manifestarsi a qualsiasi ora del giorno... anche nelle ore notturne. Quando si è interessati da una perturbazione, la parte anteriore di essa è spesso poco spettacolare, con nubi alte e sottili in intensificazione e possibilità di piogge deboli. Il temporale frontale rappresenta il confine tra l’aria più calda che soffia davanti al fronte e quella fredda che lo segue.

Prima dell’arrivo di un temporale frontale anche intenso, il cielo si presenta in genere coperto da nubi alte e medie, con vento in rinforzo dai quadranti meridionali che può spostare anche grossi cumuli. Di colpo, in direzione ponente ( i solito) il cielo tende a scurirsi e si percepiscono i primi tuoni in lontananza. L’atmosfera diventa turbolenta durante l'incedere del temporale verso la nostra postazione, con vento in rinforzo e addensamenti nuvolosi intensi.

Dopo il suo passaggio, si ha un crollo quasi verticale dell’umidità e della temperatura, una rotazione del vento e la presenza di un cielo molto limpido, come se l’atmosfera si fosse pulita.

I temporali frontali, a differenza dei convettivi, possono presentare notevole estensione e muoversi per parecchi chilometri lungo la linea di separazione tra l'aria calda e quella fredda. Se nel loro incedere incontrano montagne, i fenomeni possono venire ulteriormente esaltati sui versanti sopravvento ed attenuati in quelli sottovento.

C'è poi una terza categoria di temporali, chiamati prefrontali. Questi si sviluppano prima del transito del fronte, ovvero nel settore caldo del sistema. Possono essere particolarmente intensi se l'apporto di aria umida che precede la perturbazione è notevole. I temporali prefrontali possono determinare allagamenti e alluvioni lampo nel periodo autunnale laddove l'orografia lo consente.

Se metti "Mi piace" sulla nostra pagina Facebook riceverai i nostri aggiornamenti meteo direttamente sulla tua bacheca di Facebook e potrai interagire con tutti gli altri nostri fan: https://www.facebook.com/MeteoLive 

 


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 08.18: Roma Viale dei Gladiatori

rallentamento

Traffico rallentato nel tratto compreso tra Via Roberto Morra di Lavriano e Lungotevere della Vitto..…

h 08.17: S01 Strada Grande Comunicazione Fi-Pi-Li (per Livorno)

coda

Code a tratti causa viabilità esterna non riceve nel tratto compreso tra Svincolo Ginestra Fiorent..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum