Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

MALTEMPO: giovedì 29 peggiora sul TIRRENO e parte del NORD: ecco dove potrebbe piovere o nevicare

Fino a mercoledì 28 correnti fredde e abbastanza secche da nord sull'Italia. Da giovedì 29 cambio della guardia e arrivo di correnti più umide da ovest con precipitazioni segnatamente sul Tirreno.

In primo piano - 26 Gennaio 2015, ore 08.35

L'inverno si avvia verso una fase dinamica e interessante sulla nostra Penisola. Tra la fine di gennaio e l'inizio di febbraio diversi impulsi instabili e progressivamente più freddi da nord-ovest interesseranno l'Italia. In un primo tempo non sentiremo molto freddo al suolo (lo avvertiremo solo in caso di rovesciamento precipitativo). Successivamente sarà probabile un calo più consistente dei termometri stante il deposito dell'aria fredda dalla quota al suolo (leggi qui per tutti i dettagli: http://meteolive.leonardo.it/news/In-primo-piano/2/quando-l-aria-fredda-sfonda-in-quota/48758/)

Il cambio di circolazione si avrà nella giornata dì giovedì 29 gennaio. In buona sostanza, le correnti fredde e secche da nord verranno sostituite da aria leggermente più mite, ma più umida da ovest.

Tali correnti piloteranno un primo sistema frontale che si adagerà con le sue precipitazioni segnatamente lungo le regioni tirreniche e sulla Sardegna.

L'aria fredda preesistente non verrà scalzata di colpo dai venti tiepidi da ovest. Di conseguenza sarà possibile qualche nevicata per scorrimento (in fase iniziale) sopra i 400-500 metri sull'Umbria, le zone interne di Toscana, Lazio e addirittura sulla Campania.

Tra il pomeriggio e la sera la nuova ventilazione occidentale avrà ormai rimescolato l'aria e la quota neve al centro subirà un rialzo, attorno a 800-1000 metri.

Attenzione anche ad alcune zone del nord. Oltre alla Val d'Aosta e ai settori di confine in genere, la neve potrebbe farsi vedere a quote molto basse tra l'alta Lombardia, l'alto Veneto e il Friuli, ma questa previsione sarà comunque da rivisitare (molto dipenderà dall'effettiva posizione del minimo pressorio che quasi sicuramente si verrà a creare sull'Italia).

Resteranno invece all'asciutto il settore di nord-ovest, tutta la costiera adriatica, la Sardegna orientale e le estreme regioni meridionali.

Attenzione anche ai venti forti da ovest, con mareggiate lungo le coste esposte (versante tirrenico e Liguria).


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum