Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

MALTEMPO: dove potrebbe NEVICARE al nord-ovest nella giornata di SABATO?

Diamo uno sguardo al comportamento della perturbazione prevista sulle regioni settentrionali tra sabato 21 e domenica 22 febbraio. Quali aree potrebbero vedere le nevicate più copiose?

In primo piano - 19 Febbraio 2015, ore 11.30

La probabile formazione di un minimo ad occhiale, con due separati centri di bassa pressione, uno collocato al meridione, uno tra Corsica e mar Ligure, esporrà anche le regioni del nord all'arrivo di un carico di precipitazioni. Su questi settori l'intervento dell'aria fredda determinerà un considerevole ribasso della quota neve sino a sfiorare le quote pianeggianti. Previsti importanti accumuli su alcuni settori delle Alpi e dell'Appennino.

Le tempistiche della fase perturbata.

I primi addensamenti nuvolosi relativi a questa perturbazione, interesseranno i settori occidentali del Paese dalla seconda metà di venerdì 20 febbraio. Per avere un peggioramento deciso delle condizioni atmosferiche dovremo però attendere sabato 21, quando un vero e proprio "nastro" di precipitazioni coinvolgerà l'Italia da nord a sud, restituendoci un weekend all'insegna del tempo perturbato.

Per quanto concerne le regioni settentrionali, tra il pomeriggio e la serata di sabato 21 sembrano consumarsi le precipitazioni più organizzate, mentre un graduale miglioramento associato alla rotazione del vento dai quadranti nord-orientali, guadagnerebbe terreno già entro domenica 22, lasciando in eredità il probabile intervento di una nottata serena e sgombera da nubi tra la serata su domenica 22 e le prime ore di lunedì 23.

Le zone più colpite dalle nevicate.

L'attivazione di una modesta ventilazione sciroccale, tenderà ad accumulare nubi e precipitazioni verso l'angolo nord-occidentale, con particolare riferimento al Piemonte e l'Appennino Ligure di Ponente, colpite anche le Alpi Marittime ed Alpi Liguri. Su tutti questi settori la quota neve si aggirerà attorno i 400-500 metri, sfiorando quindi la pianura sul torinese e sul cuneese che potrebbero tornare a vedere fiocchi di neve pur senza nessun particolare accumulo. Cumulate che invece potrebbero divenire importanti sull'Appennino Ligure di Ponente ed in generale le Alpi occidentali. 

L'andamento termico.

L'intervento di una modesta ventilazione sciroccale, attiva segnatamente nella giornata di sabato 21, troverà risposta nella presenza del centro di bassa pressione collocato a cavallo tra la Corsica ed il mar Ligure. Con l'arrivo dello Scirocco ci attendiamo un leggero aumento della temperatura ai livelli superiori che dovrebbe rendersi più evidente sull'Appennino Ligure di Levante e l'Appennino Tosco-Emiliano, con quota neve attestata sugli 800-1000 metri nel versante marittimo, 600-800 su quello padano.
 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum