Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

MALTEMPO da mercoledì al nord: ecco le zone più colpite

I fenomeni potrebbero presentare carattere di persistenza. Cerchiamo di capire dove, probabilmente, si avranno gli accumuli maggiori in termini di piogge.

In primo piano - 11 Novembre 2002, ore 09.29

Una seconda parte di settimana che si potrebbe presentare piuttosto difficile per alcune aree del nord Italia. Una profonda e complessa depressione su tutta l’Europa occidentale forzerà l’aria fredda nord atlantica a gettarsi addirittura in prossimità delle Isole Canarie e a seguire sul Marocco. Da qui partiranno intense correnti meridionali, dapprima da SW e in seguito da S-SE, che determineranno un marcato effetto di ammassamento sui nostri versanti alpini, dove tali correnti depositeranno tutta l’umidità accumulata sul mare sottoforma di pioggia. Mercoledì 13 un primo impulso perturbato viaggerà con correnti da SW e determinerà piogge diffuse su tutto il nord. Qualche rovescio sarà probabile sulla Liguria, la Lombardia e il nord-est, con minore coinvolgimento dell’Emilia Romagna. La neve cadrà al di sopra dei 1800 metri. Non si tratterà ancora di precipitazioni preoccupanti, anche perché la perturbazione dovrebbe esaurire i suoi effetti nella notte. Seguirà una breve pausa, dettata non da un rasserenamento, bensì da un’attenuazione dei fenomeni. A partire dalla giornata di giovedì 14 potrebbe cominciare la fase difficile per il nord. Le correnti si disporranno da S-SW e questo determinerà precipitazioni intense su biellese, Verbano, varesotto, comasco, bergamasco, zona laghi, lessini, bellunese, zona di Pordenone. Il limite delle nevicate sarà superiore ai 2000 metri. La Liguria avrà piogge intense in una prima fase, soprattutto sul genovese e savonese. In seguito l’eccessiva forza delle correnti potrebbe attenuare leggermente le precipitazioni, concentrandole in prossimità dei rilievi esposti: Passo dei Giovi, Passo del Faiallo, Monte Beigua, Valle Stura. Venerdì 15, l’azione di blocco da parte dell’alta pressione ad est della nostra Penisola, forzerà le correnti a provenire da S-SE. I venti saranno molto tesi e determineranno piogge intense su Appennino ligure centro-occidentale, vercellese, torinese, Verbano, biellese, novarese, milanese, varesotto, comasco, bresciano, Alpi Orobie, Lago di Garda. Sabato 16, il blocco imposto dall’alta pressione sembra in parte cedere. Questo determinerà un maggiore coinvolgimento della Liguria e dell’alta Toscana, mentre un’attenuazione dei fenomeni sarà possibile su biellese, torinese, verbano e vercellese. Ancora piogge piuttosto forti sul nord-est, specie sul Friuli Venezia Giulia. Per domenica l’evoluzione risulta ancora molto incerta: sembra probabile una rimozione del blocco, con conseguente passaggio perturbato sul centro e a seguire anche al sud.

Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 23.02: A30 Caserta-Salerno

incendio

Incendio nel tratto compreso tra Allacciamento A1 Milano-Napoli e Nola (Km. 18,9) in direzione Sa..…

h 22.50: A14 Pescara-Bari

rallentamento

Traffico rallentato causa trasporto eccezionale nel tratto compreso tra Vasto Nord-Casalbordino (Km..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum