Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

MALTEMPO: che movimento in cielo! Arriva la pioggia?

Cerchiamo di capire come la velocità del vento in quota possa influire sulle condizioni del tempo al suolo.

In primo piano - 25 Novembre 2016, ore 15.40

Nubi che vanno, nubi che vengono. Noi le osserviamo dal basso e ne valutiamo la "pericolosità" attraverso la loro consistenza. Tuttavia, ad un'osservazione più attenta, ci accorgiamo che esse sono anche dotate di movimento. Questo a volte risulta impercettibile e solo un buon punto di riferimento (un cornicione di un palazzo, un camino ecc.) può renderlo visibile. Altre volte, invece, basta solamente alzare lo sguardo al cielo per vederle correre, mosse da un vento forte che soffia in quota.

Naturalmente più le nubi sono alte, più il loro movimento risulta a noi più lento. Ad esempio il movimento di una nube posta a 500 metri di altezza risulterà meglio visibile dal nostro occhio rispetto ad un cirro posto a 10.000 metri. Questo, ovviamente, non significa che la nube bassa si muova più velocemente del cirro, ma semplicemente che essa è posta ad una quota inferiore e noi la vediamo muovere meglio.

Se si potesse fare un paragone tra la velocità di queste due nubi, il cirro avrebbe quasi sempre una velocità maggiore. Naturalmente il maggiore o minore movimento delle nubi in cielo può avere ripercussioni notevoli sul tempo che ci attende.

Molto spesso si ritiene che più le nubi corrono, più le precipitazioni saranno sporadiche e veloci, alternate magari a schiarite. In alcuni casi tale affermazione risulta veritiera, soprattutto se la nostra postazione si trova non troppo vicina a formazioni montuose.

In altri casi può accadere anche l'esatto contrario: se la corrente principale colpisce ortogonalmente una catena montuosa (ad esempio lo Scirocco che colpice le Alpi) e la nostra postazione si trova nelle immediate vicinanze, i fenomeni risulteranno esaltati dal forte vento, con precipitazioni intense e perisistenti. In questo caso il vento accentua l'ammassamento delle nubi a ridosso delle montagne. Maggiore ammassamento significa anche maggiore umidità e conseguenti forti piogge, un po' quello che è successo negli ultimi giorni al nord-ovest

Una corrente sciroccale debole, invece, può perdere umidità durante il tragitto dal mare verso le Alpi tramite lo scarico di precipitazioni sulle pianure e sulla Liguria. Inoltre i venti deboli non consentono un accumulo notevole di umidità a ridosso delle montagne a seguito di un minore ammassamento di nubi. In questo caso, quindi, le precipitazioni si presenteranno più deboli in montagna.

Lo stesso discorso vale per le correnti da W che dal Tirreno soffiano in direzione dell'Appennino centro-meridionale. Se la corrente risulta debole, le precipitazioni si presenteranno più forti sulla fascia costiera del Tirreno e meno nell'entroterra. Viceversa, con venti molto forti, tutta l'umidità verrebbe trasferita rapidamente verso l'interno, con forti piogge in prossimità dei contrafforti montuosi e precipitazioni praticamente assenti nei pressi delle coste.

In definitiva, forti correnti in quota determinano un'intensificazione delle precipitazioni lungo tutti i rilievi esposti, con piogge scarse sulle pianure e lungo le coste. Viceversa, una perturbazione accompagnata da correnti più deboli determina piogge meglio distruibuite lungo tutto il territorio interessato.

Qualora la corrente fosse molto debole, le precipitazioni sarebbero concentrate essenzialmente sui primi chilometri di terraferma e tenderebbero a diminuire di intensità nel loro incedere verso l'interno.
 


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 17.57: A14 Bologna-Ancona

vento-forte

Vento forte nel tratto compreso tra Faenza (Km. 64,5) e Pesaro-Urbino (Km. 155,9) in entrambe le..…

h 17.57: Milano Via Francesco Melzi D'Eril

incidente rallentamento

Traffico rallentato causa incidente sulla Via Cesare Cesariano…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum