Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Maestrale scaccia-afa alla conquista del week-end

Dopo la sfuriata temporalesca di venerdì, si riaffaccia il sereno al nord, Sardegna e medio-alto Tirreno, grazie ad un teso maestrale che smuoverà le acque dei mari e anche quelle della bassa troposfera, decretando finalmente la fine dell’afa e un generale calo termico di 3-5°C.

In primo piano - 7 Agosto 2008, ore 09.53

Un mare di umidità alberga sulla nostra penisola da alcuni giorni. Le alte temperature e la compressione anticiclonica hanno stipato il vapore acqueo nei bassi strati, spesso spremendolo nei fondovalle fino a far comparire strati nebbiosi e foschie molto dense. Fenomeno tipico della sera e del primo mattino quando, all’insaputa del sole, i valori di umidità si impennano a livelli decisamente più elevati. Abbiamo segnalato nei giorni scorsi, sia in Valpadana che in molte località del centro-sud, valori di umidità relativa simil-tropicali, talvolta superiori al 90% nelle prime ore del mattino e in serata. Proprio tra il tardo pomeriggio e la sera infatti, nelle zone lontane dalla costa e prive del ristoro temporaneo delle brezze marine, specie nelle aree urbanizzate, complice le temperature ancora elevate dell’aria, ma soprattutto del suolo, si sono verificate spesso condizioni di notevole disagio, se non addirittura di pericolo per le persone più deboli. Ma la natura ha sempre in serbo delle soluzioni, con cambiamenti talvolta sostanziali, altre volte meno incisivi, ma comunque risolutori. A seguito del passaggio perturbato sul nord Italia, previsto fra la sera di giovedì e la giornata di venerdì, si attiveranno delle correnti nord-occidentali a tutte le quote. Ciò si tradurrà al suolo in un teso maestrale, specie sulle regioni del versante tirrenico e sulle isole maggiori, con punte di 50-60 km/h e mare localmente forza 4-5. Una discreta ventilazione interesserà comunque un po’ tutta la penisola, scacciando, là dove si era rifugiata, anche la sacca di umidità più ostinata. La ciliegina sulla torta si tradurrà poi in un generalizzato calo termico di 3-5°C, con punte di 7-8°C laddove si erano raggiunti i 38-40°, ossia zone interne di Puglia, Sardegna e Sicilia. Alcune eccezioni e controindicazioni si registreranno sulle pianure del nord e sul medio-basso Tirreno. Nel primo caso il vento non sarà così presente; ma la rinfrescata sarà già avvenuta a carico del rimescolamento d’aria, causato dal passaggio del fronte freddo. Il calo delle temperature e le precipitazioni restituiranno quasi tutta l’acqua atmosferica al terreno. Nel secondo caso le correnti nord-occidentali favoriranno, anche se solo temporaneamente, un ammassamento di nubi medio-basse a ridosso delle coste tirreniche Campane, Calabre e Sicule, specie in prossimità dei rilievi costieri, oscurando di tanto in tanto anche il cielo delle spiagge.

Autore : Giuseppe Tito

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum