Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

LUNGO TERMINE: probabile tregua del maltempo

Sul finire della prima decade di novembre, il modello europeo ipotizza un rinforzo dell'alta pressione sul Mediterraneo centrale. Potrebbe subentrare un periodo atmosferico più tranquillo, con temperature ancora miti ma con assenza di grossi episodi perturbati.

In primo piano - 2 Novembre 2018, ore 11.20

La circolazione atmosferica relativa alla prima decade di novembre, continua a proporre un tipo di tempo spesso e volentieri INSTABILE. Per alcuni giorni i temporali saranno ancora probabili sulle regioni del centro e soprattutto del sud, ove troveremo ancora spiccati contrasti termici. Al nord prevarranno le piogge e la temperatura risulterà relativamente più fresca. Sul finire della prima decade novembrina, questa situazione di diffusa instabilità, dovrebbe almeno in parte attenuarsi per lasciare spazio ad una figura di alta pressione.

L'ipotesi viene suggerita quest'oggi dal modello europeo le cui corse deterministiche e le relative medie ensemble, sembrano muoversi verso questa direzione. Il nuovo anticiclone che subentra sul Mediterraneo dopo una lunga fase di tempo instabile autunnale, avrebbe probabilmente una durata temporanea, in quanto risultato dello sprofondamento molto occidentale di una figura di bassa pressione sull'estremo ovest Europa, tale da innescare sul Mediterraneo il consolidamento di un'onda altopressoria associata a condizioni meteo più stabili. 

Quanto potrebbe durare questa fase di relativa stabilità?

Almeno secondo quelli che sono gli aggiornamenti attuali, la parentesi anticiclonica potrebbe manifestarsi in un periodo compreso tra giovedì 8 e domenica 11 novembre ma sarebbe ben presto sopraffatta dagli impulsi instabili provenienti da est e da nord.

Nel lunghissimo termine appaiono le prime configurazioni sinottiche tipiche dell'autunno avanzato, un raffreddamento deciso delle pianure siberiane ed il rinforzo del Vortice Polare associato a temperature che, alle alte latitudini, diventeranno molto rigide. 

Seguite gli aggiornamenti su meteolive.it


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum