Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

LUNGO TERMINE: crescono le chances di una fase INSTABILE ARTICA, vediamo perchè.

A cavallo tra il termine di ottobre e l'esordio di novembre, l'atmosfera potrebbe tornare a farsi più movimentata: in sintesi ecco cosa dovremo aspettarci a livello sinottico e circolatorio.

In primo piano - 22 Ottobre 2017, ore 19.40

Al momento l'unico elemento di reale sicurezza nel palcoscenico atmosferico d'Europa, rimane l'anticiclone associato a valori di temperatura che ritorneranno ben presto sopra la media del periodo. In un primo momento vi sarà quindi lo sprofondamento di una figura ciclonica a largo del Marocco e del Portogallo, un imponente scambio meridiano sul cui lato ascendente, prenderà corpo il flusso d'aria calda diretto ai settori centrali ed occidentali d'Europa, il quale andrà a costituire linfa vitale al nostro anticiclone ed al successivo blocking.

Col passare del tempo, l'aria calda guadagnerà spazio verso le latitudini settentrionali dell'oceano Atlantico, andando a costituire un'azione di blocco nei confronti delle correnti occidentali. Giunti a questo punto della storia, sacrificati i moti zonali (occidentali) della circolazione a scapito di un comportamento più spiccatamente meridiano, le linee di tendenza a lunga scadenza mettono in luce azioni di tipo ARTICO che, in seno ad un letto di correnti settentrionali, prenderebbero il sopravvento su Penisola Scandinava, centro ed est Europa sino ai Balcani.

In questo giocoforza tra grandi circolazioni atmosferiche, il bacino centrale del Mediterraneo verrebbe a ritrovarsi sul lato discendente della vasta area depressionaria alimentata dalle masse d'aria artiche, tale pattern sinottico potrebbe inquadrarsi in una condizione di instabilità che, a fasi alterne, si farebbe sentire più frequentemente sulle regioni orientali dello stivale e soprattutto sul medio/basso Adriatico. 

Nel frattempo continuerebbe a mantenersi un trend avaro di pioggia sui versanti alto tirrenici e le regioni di nord-ovest, data la vicinanza di questi settori al bordo orientale del blocking anticiclonico (domenica 29 ottobre/ 5 novembre).

Sul quadro delle temperature, a causa della crescente azione instabile portata dal contributo artico, queste ultime sarebbero soggette ad una inevitabile diminuzione e potrebbero riportarsi già entro fine ottobre, in media col periodo di riferimento. 

Seguite gli aggiornamenti su meteolive.it


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum