Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Lunedì 20 giugno: MALTEMPO, rischio di NUBIFRAGI tra Emilia-Romagna e Triveneto...

Da saccatura a goccia fredda ballerina ed insidiosa nell'area mediterranea: così il vortice colmo di aria fresca potrà ancora colpire mezza Italia.

In primo piano - 16 Giugno 2016, ore 11.29

Dopo una domenica molto instabile sull'insieme del Paese, nella notte su lunedì 20 le precipitazioni andranno localizzandosi laddove la circolazione ciclonica delle correnti risulterà più spiccata, vale a dire tra il nord-est e le regioni centrali, che rimarranno sopravento, mentre il nord-ovest finirà sottovento e in cielo temporaneamente sereno. 

Proprio sul Triveneto la convergenza tra i venti di Bora Scura, carichi di umidità e le correnti da SSW in quota, altrettanto umide ma più fresche ed instabili, genererà nuclei temporaleschi molto intensi sull'Emilia-Romagna con rischio di nubifragi su tutta la regione, che potrebbero colpire anche le coste venete da Chioggia sino a Bibione e quelle friulane tra Lignano e Grado.
Coinvolti anche basso Garda, Veronese, Padovano, Rodigino, Cremonese e Mantovano.
Temporali sparsi sono attesi anche sulle regioni centrali, in particolar modo sulla Toscana, dove potrebbero risultare di forte intensità.

Nel corso della mattinata di lunedì i fenomeni più intensi potrebbero riguardare il Friuli Venezia Giulia, soprattutto l'entroterra, con rischio di nubifragi su Udinese e Pordenonese, ma anche Goriziano.

Con il passare delle ore la posizione della saccatura, che ormai diverrà un minimo chiuso, una sorta di circonferenza, di "palla fredda" in quota, traslerà nuovamente verso ovest, coinvolgendo l'angolo occidentale del nord, dove cesserà il foehn ed entreranno venti da est più umidi e riprenderà a piovere.

Temporali contemporaneamente potrebbero originarsi in Alto Adige. Anche al centro continuerà a risultare elevato il rischio di rovesci.

Nella notte su martedì 21 la fenomenologia si andrà nuovamente localizzando al nord-ovest, dove sono attesi forti temporali sull'alta Lombardia.

Insomma questa giostra depressionaria non ci lascerà in pace per almeno 72 ore a partire da domenica 19.

Seguiranno ulteriori aggiornamenti, perché la posizione della goccia fredda potrebbe variare anche sensibilmente e di conseguenza anche la fenomenologia.


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 19.57: SS33 Del Sempione

problema sdrucciolevole

Fondo stradale dissestato a 2,415 km prima di Incrocio Ponte Di Masone - SS549 Di Macugnaga (Km. 11..…

h 19.51: A6 Torino-Savona

blocco

Tratto chiuso nel tratto compreso tra Fossano (Km. 49,3) e Savona-Zinola-Vado-Alla.. A10 Ge-..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum