Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Luglio e l'estate; sfonda o non sfonda?

Con l'arrivo di luglio, il mese estivo per eccellenza, sarà la bella e calda stagione a sfondare, o l'ennesima sfuriata temporalesca, come già giugno ci ha abituato a vedere?

In primo piano - 25 Giugno 2010, ore 12.16

(Il micidiale gioco di sponda che potrebbe verificarsi a ridosso del primo fine settimana di luglio - secondo scenario nel testo -, con il risultato di avere caldo intenso e afa; per fortuna ci sono altre soluzioni.)

La strada verso la fine di giugno appare abbastanza ben tracciata, con un anticiclone sempre più convinto, nuvole e fenomeni temporaleschi, dapprima relegati ai rilievi, poi sempre più sporadici e innocui; con qualche sacrificio in più per le zone alpine e prealpine e localmente lungo l'Appennino.

Le temperature guadagneranno punti, portandosi nella media e localmente oltre, specie in pianura padana, isole e regioni tirreniche, con valori consoni al periodo e ad una stagione estiva che stenta a decollare.

E poi? Spiccherà il volo questa stagione, oppure sarà solo un fuoco di paglia? Ad oggi le possibilità di avere caldo ad oltranza non sono molte, ma i modelli attuali danno più fiducia all'anticiclone e con esso al caldo. Cerchiamo di tracciare tutti gli scenari possibili per l'inizio di luglio.

In primo luogo le temperature: queste sono destinate a salire, ma quanto, dipenderà proprio dalla configurazione atmosferica che si verrà a creare.

In un primo scenario, si assisterebbe ad una stentata, quanto liberatoria elevazione di una fragile campana anticiclonica, estrema propaggine orientale dell'anticiclone delle Azzorre, appena imbastardita con il collega africano; capace sì di apportare caldo e umidità, ma valori pressori piuttosto scarsi. Questo vuol dire stabilità precaria e nuvole a spasso tra i rilievi, con fenomeni non del tutto impossibili.

A seguire, proprio a ridosso del primo fine settimana di luglio, riprende la già nota pulsazione atlantica, con ingresso franco di una saccatura da ovest; peggioramento e temporali in viaggio da nord verso sud, con nuovo e sensibile calo termico. 

Un secondo scenario vedrebbe invece l'anticilone più deciso e ben nutrito dalla sua radice africana, complice un affondo in Atlantico più incisivo da parte del flusso perturbato. Il vortice depressionario si approfondirebbe così al largo delle coste europee, favorendo una risposta alto-pressoria sul Mediterraneo centrale e l'Italia.

A questo punto il caldo potrebbe davvero fare i numeri, con afa e temperature in crescita e una situazione opprimente per gran parte del paese; prima al centro-nord, quindi al sud. Valori massimi che sulle isole e regioni tirreniche potrebbero toccare i 38-39°C.

Gli indici teleconnetivi propendono per la seconda ipotesi, in particolare la NAO prevista in territorio negativo; ma un terzo scenario potrebbe farsi largo, a metà strada tra i primi due.

(Ecco la via di mezzo; non è certo delle migliori, ma se non altro metterebbe un freno alla calura; realtà alla quale quest'anno non siamo ancora abituati.)

L'onda calda potrebbe davvero azzannare l'Italia a ridosso del primo week-end di luglio, ma lasciare subito dopo il posto ad inflitrazioni umide e instabili da ovest. Nubi e temporali di calore potrebbero subito approfittare di un anticiclone non proprio inossidabile, mentre una estesa goccia fredda verrebbe inesorabilmente ingoiata in area Mediterranea.

Dunque caldo e anticiclone a inizio luglio, ma ancora senza grande convinzione. 


Autore : Giuseppe Tito

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 17.37: A1 Firenze-Roma

coda rallentamento

Code causa traffico intenso a Firenze Sud (Km. 300,9) in uscita in direzione da Bologna dalle 17:..…

h 17.37: A55 Tangenziale Sud Di Torino

coda rallentamento

Code a tratti causa traffico intenso nel tratto compreso tra Svincolo Autoporto S.I.T.O. (Km. 20,1)..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum