Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Luci e ombre sul ponte del 2 GIUGNO

L'intervento di una goccia fredda di origine nord-europea sarà all'origine di una fase fresca e a tratti anche instabile che impegnerà l'Italia al momento dell'esordio del nuovo mese.

In primo piano - 29 Maggio 2009, ore 10.45

Mentre l'Africa rimane ormai solo un ricordo, più infuocato che sfuocato, mentre maggio si va chiudendo portando nell'intimità delle sue pagine una dieci giorni al girarrosto, altri orizzonti vanno catalizzando l'attenzione nell'imminenza dell'esordio del nuovo mese, quello che ci introdurrà di fatto nell'estate meteorologica. I connotati estivi della circolazione generale dell'atmosfera hanno mostrato di essere all'altezza, con un super collaudo che ha praticamente portato alla soglia del fuori giri il motore della nuova stagione imminente. Ora però tutto torna nell'alveo della normalità, sottolineando che la caratteristica peculiare del nostro clima non è il caldo tropicale e nemmeno il freddo polare ma il sapiente intreccio tra i due ingredienti che la natura sa ben miscelare alle nostre latitudini e che, grazie al cielo, sono e si spera anche che rimarranno "TEMPERATE". Abbiamo sottolineato in recenti approfondimenti che la connotazione teleconnettiva, studiata quella branca della climatologia che si occupa delle interazioni tra le caratteristiche climatiche a distanza tra vari settori del globo, non era favorevole ad un 2003 bis per vari motivi. Questo non vuol dire che avremo a che fare con un'estate piovosa in stile 2002 ma che potremo sperimentare la giusta miscelazione tra caldo e fresco, il che significa fasi fresche come quella che ci attende nei prossimi giorni, alternate ad altre più calde come quelle che potrebbero magari sopraggiungere dopo metà giugno. Ma andiamo per gradi: al momento occhi non più puntati verso sud ma verso nord. L'anticiclone delle Azzorre come sempre pecca di presunzione facendo affidamento ad una mira decisamente mediocre la quale, anzichè puntare verso il Mediterraneo suo consono bacino di competenza, andrà a finire prima sulle isole Britanniche poi addirittura sulla Scandinavia. La reattività del vortice polare a questo affronto maldestro sarà immediata e si materializzerà con una saccatura puntata verso l'Europa orientale e con successivo richiamo verso occidente a causa di uno stimilo depressionario proiettato a sua volta dall'Atlantico verso l'Europa occidentale. Per il momento il ponte di alta pressione eretto tra Azzorre e Scandinavia non crollerà ma la dispersione dell'energia dovuta al mantenimento in vita della struttura causerà una progressiva caduta dei geopotenziali sull'intero Continente. Il terreno diverrà quindi favorevole alla calata di una goccia fredda che dall'Europa Danubiana si porterà all'inserimento di diversi corpi nuvolosi che si intrecceranno proprio sull'Italia dal weekend e almeno fino a mercoledì 3 giugno. L'Italia vivrà una fase decisamente fresca, a tratti anche instabile. Tra sabato e domenica i fenomeni risulteranno comandati principalmente dal ciclo convettivo diurno, significando cieli spesso blu profondo al mattino ma caotici e a tratti anche temporaleschi al pomeriggio, soprattutto in montagna. Il tempo migliore sulla pianura Padana. Tra domenica e lunedì invece è previsto l'intervento di un ulteriore corpo nuvoloso in sviluppo sul settore ascendente dell'asse di saccatura che impegnerà il centro-sud con una nuova passata di fenomeni i quali poi andranno in fase con la nuvolosità in entrata attraverso la porta della Bora e interesseranno parzialmente anche il nord, completando così l'opera di innaffiatura della Penisola. Per chi deciderà di intraprendere attività all'aria aperta in quei giorni tenga presente le luci e le ombre che questa situazione un po' sottosopra ma fondamentalmente molto gradevole ci preparerà in vista della grande ma, si spera, temperata estate.

Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 12.01: A24 Roma-Teramo

incidente

Incidente a Colledara-San Gabriele (Km. 136,3) in uscita in entrambe le direzioni dalle 11:57 del..…

h 11.55: A18 Messina-Catania

coda rallentamento

Code causa traffico intenso a Svincolo Taormina (Km. 35) in uscita in direzione Messina uscita co..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum