Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Lo "STRIZZA MODELLI": a marzo l'anticiclone verrà sconfitto?

Per un tempo così malato ci vuole lo "strizza modelli".

In primo piano - 19 Febbraio 2019, ore 09.42

Un anticiclone così è la testimonianza di un'anomalia lampante che all'improvviso torna a manifestarsi quando la crediamo sopita. La domanda che nell'ambiente meteo si fanno un po' tutti è la seguente: potrà condizionare la primavera?

La risposta non è così scontata: verrebbe da dire di si, se considerassimo la durata media della vita di un anticiclone, ma siccome ormai tutto è diventato anomalo, è come se questo cancro anticiclonico, una volta indebolito, tornasse rapidamente più forte ed aggressivo di prima, condizionando il tempo per molte settimane.

Qualcuno ormai dice che l'eccezione alla stabilità mediterranea sono quei 2-3 episodi di maltempo violenti che sperimenta soprattutto il sud nel corso dell'anno e poco altro. In realtà è un'analisi un po' da bar della meteo, ma con un fondo di verità: la staticità del tempo nel Mediterraneo è nettamente prevalente sul suo dinamismo, almeno negli ultimi 35 anni.

Cosa succederà in concreto nei prossimi giorni? Tra il fine settimana e martedi 26 febbraio si assisterà al tanto pubblicizzato afflusso di aria fredda lungo le nostre regioni meridionali ma con obiettivo principale la Grecia, dove probabilmente tornerà a nevicare ad Atene.

L'alta pressione, ancora forte, proteggerà ancora il nord e gran parte del centro, anche se un certo ricambio d'aria e qualche grado in meno si sperimenteranno anche qui.

Il modello americano nei giorni successivi prevede effettivamente una parziale implosione del campo di alta pressione, ma senza che possa derivarne un cambiamento significativo del tempo sul nostro Paese.

Entro sabato 2 marzo opta per correnti da nord-ovest, in grado di pilotare qualche debole fronte atlantico sulla Penisola ma accompagnato solo da qualche sporadica precipitazione al centro, al sud e sul nord-est, in un contesto variabile e poco freddo.

Per i giorni successivi vede la prevalenza di correnti occidentali, ancora con passaggi perturbati poco incisivi e limitati ai settori confinali alpini. Certo, qualche pioggia grazie ai richiami di aria umida prefrontale, potrebbe intervenire su Liguria e regioni tirreniche in genere, ma si tratterebbe comunque di fenomeni piuttosto marginali.
Insomma una rivoluzione barica sul Continente non si vede ancora, anche se qualche scenario estremo la lascia intravvedere nel corso della prima decade di marzo.

Sappiamo però come l'anticiclone si diverta sadicamente a soffocare queste velleità perturbate e dunque per ora rimaniamo nell'ambito della razionalita. Seguite comunque gli aggiornamenti.


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum