Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Linea di tendenza per il nord Italia: davvero un bel calo termico!

Analizziamo la linea di tendenza del nord Italia con il metodo degli "spaghetti".

In primo piano - 7 Ottobre 2013, ore 14.58

Nella seconda parte di questa settimana l'autunno alzerà prepotentemente la voce. L'acuto sarà molto forte ed in grado di svegliare per qualche giorno la stagione invernale ancora dormiente e lontana.

A suonare la carica al freddo anticipato sull'Europa centro-occidentale sarà una saccatura ricolma di aria fredda, che tra giovedì e venerdì lambirà anche le nostre regioni settentrionali.

Quanto è credibile questa previsione? Per rispondere a questa domanda non basta consultare le corse ufficiali del modello, ma serve un diagramma più completo che tenga conto anche delle cosiddette "corse alternative" che il modello americano periodicamente ci propone.

Quelli che vedete sono chiamati "spaghetti" e riassumono tutte le corse del modello, compresa ovviamente quella ufficiale.

La corsa ufficiale è rappresentata dalla linea verde. Le linee a metà grafico sono le temperature a 1500 metri di quota e la linea rossa è la media. I picchi che si notano più in basso sono invece le precipitazioni. Più i valori sono alti, più le piogge (o le nevicate) sono probabili e intense. Il punto geografico di riferimento è situato grossomodo sulla verticale della città di Milano.

Cosa notiamo? Temperature vicine alla media fino alla giornata di giovedì, poi un brusco tracollo. L'ondata di freddo impostata dalle corse ufficiali risulta ben quotata anche dai run alternativi del modello. Qualche "cluster" fuori posto non manca, ma complessivamente l'evento viene visto come probabile.

Ben si nota anche il transito del fronte freddo ( lo si nota dal picco precipitativo in basso) prima che la temperature scenda.

Si andrà avanti qualche giorno sottomedia termica e con possibili precipitazioni, mentre a seguire tutto si fa confuso. I cluster delle temperature si aprono a ventaglio, segno di notevole incertezza previsionale del modello. Le precipitazioni, tuttavia, ci paiono abbastanza scarse e cio potrebbe significare una reiterata latitanza delle correnti atlantiche.

 

 


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum