Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Linea di tendenza per il CENTRO ITALIA: si rivede il "SOTTOMEDIA TERMICO"

L'inverno procederà sul centro Italia nei ranghi della normalità termica, forse leggermente più freddo entro fine mese. Gli "spaghetti" per il momento non contemplano la possibilità di nuove "scaldate" mangia-inverno.

In primo piano - 19 Gennaio 2015, ore 15.10

Come si comporterà l'inverno nei prossimi 15 giorni sull'Italia centrale? L'ondata di maltempo (seguita da un po' di freddo) sarà solo una "meteora" o l'evento potrà essere replicato?

Per rispondere a queste domande interpelliamo un diagramma completo che tenga conto non solo del run ufficiale, ma anche delle cosiddette "corse alternative" che il modello americano periodicamente ci propone.

Quelli che vedete sono chiamati "spaghetti" e riassumono tutte le corse del modello, compresa ovviamente quella ufficiale.

La corsa ufficiale è rappresentata dalla linea verde. Le linee a metà grafico sono le temperature a 1500 metri di quota e la linea rossa è la media. I picchi che si notano più in basso sono invece le precipitazioni. Più i valori sono alti, più le piogge (o le nevicate) sono probabili e intense. Il punto geografico di riferimento è situato grossomodo sulla verticale della città di ROMA.

Cosa notiamo? Beh, fa quasi sensazione vedere la maggior parte dei cluster termici posizionati ad di sotto della linea rossa. Si partirà con valori prossimi alle medie per finire leggermente al di sotto entro la fine di gennaio.

Come si può notare, non si tratterà di freddo intenso, ma molte regioni dell'Italia centrale finiranno al di sotto delle medie climatologiche, seppure non di molto.

Dal punto di vista precipitativo, i valori più elevati si registreranno nei prossimi 3 giorni, con la neve che potrebbe imbiancare l'Appennino sopra gli 800-1000 metri. La fase più fredda non sembra essere accompagnata da precipitazioni importanti, mentre nuovi picchi (seppure non eccessivi) saranno possibili a seguire.

Per i primi di febbraio, come si può notare dal grafico, il quadro termico risulta ancora incerto, lo si nota dal maggior sparpagliamento dei cluster. La previsione, di conseguenza, andrà ovviamente rivista.

Insomma, un po' di inverno ci sarà...anche al centro!

 


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum