Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Liguria: per adesso è un anno secco

Alcune zone della Riviera di Ponente hanno accumulato appena 300mm dall'inizio dell'anno. Va meglio sul settore centrale, ma a levante il deficit idrico torna a salire.

In primo piano - 4 Ottobre 2012, ore 14.19

La pioggia e la Liguria. Un rapporto sempre più difficile. Capita spesso che dopo un periodo secco, i rubinetti del cielo si aprano di colpo e male, magari scaricando grandi quantità di pioggia in aree ristrette.

Non è infrequente che due valli vengano colpite da un' alluvione lampo, mentre una zona relativamente vicina non veda cadere nemmeno una goccia d'acqua.

La Liguria e la Toscana sono le regioni che hanno (forse) risentito più di tutte le altre della ormai perenne crisi del flusso zonale. In un tempo non molto lontano, il flusso perturbato da ovest garantiva piogge abbastanza distribuite, da Ponte San Luigi a Sarzana. Chi più, chi meno, tutta la regione riceveva apporti precipitativi che in autunno potevano essere anche cospicui.

Adesso, con la meridianizzazione delle correnti, tutto è cambiato. Se le correnti arrivano da nord, la regione va in "secca totale", con gli incendi che scoppiano un po' ovunque, soprattutto per la colpevole mano dell'uomo.

Se le correnti si dispongono da sud, si passa immediatamente al rischio opposto, ovvero quello alluvionale. Lo sbarramento offerto dall'orografia regionale alle umide correnti meridionali è qualcosa di mastodontico e genera precipitazioni di rara potenza. Gli oltre 500mm caduti in poche ore l'anno scorso nello spezzino e nel genovesato sono una palese testimonianza.

Quest'anno, dopo una stagione estiva tra le più secche della storia, la prima parte dell'autunno ha portato precipitazioni locali, intense e mal distribuite.

Tutta la regione è complessivamente in deficit idrico, ma alcune zone hanno totalizzato fino ad ora accumuli quasi "da Algeria"

La situazione peggiore si riscontra nell'estremo ponente della regione. Questa zona è la più secca della Liguria, ma 300mm annui totalizzati fino ad ora ci sembrano davvero pochi.

La costa savonese va un po' meglio e totalizza accumuli variabili tra i 450 e i 500mm dal 1 gennaio.

La zona messa meglio (da questo punto di vista) è l'area genovese. I temporali di inizio autunno hanno bersagliato soprattutto questo settore regionale e gli accumuli variano dai 600 ai 700mm.

Andando più ad est, la situazione torna a peggiorare: 400-500mm sono caduti dal 1 gennaio sul Tigullio, mentre lo Spezzino totalizza cumulate variabili tra 450 e 550mm.

Per ciò che concerne l'entroterra, i 1000mm sono stati raggiunti solo nelle piovosissime vallate dell'entroterra levantino ( Cabanne di Rezzoaglio, Torriglia, bassa Val d'Aveto) . In annate normali, questi settori appenninici superano quasi sempre i 2000mm annui, ergo, il deficit è presente anche qui.

Il restante Appennino viaggia tra i 600 e gli 800mm, con un picco di 900mm nella zona del passo del Turchino.

I mesi più piovosi per questa regione ora sono alle porte. Si spera che il deficit pluviometrico venga sanato con precipitazioni distribuite e che non si debba contare l'ennesimo scempio alluvionale come è avvenuto negli ultimi due anni.


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum