Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Lettera aperta di MeteoLive ai suoi lettori per la fine dell'anno 2003

Fermiamoci un momento a riflettere al termine di un anno meteorologico vissuto intensamente.

In primo piano - 31 Dicembre 2003, ore 13.14

"E' un brutto mondaccio" diceva Spencer Tracy nel famoso film "Indovina chi viene a cena?" e aveva ragione. Se pensavate che la meteorologia fosse immune da ripicche, invidie e gelosie (perdonate la dittologia sinonimica), se vi eravate illusi per un attimo che questa scienza fosse pervasa solo dalla pura passione per la natura in tutte le sue manifestazioni, beh, svegliatevi dal sogno, scendete dal letto e mettete i piedi per terra. Tutti lottano per emergere, è vero, ma se potesse soffocare il prossimo la concorrenza lo farebbe volentieri. MeteoLive, in 4 anni di cammino, ha affrontato molte battaglie, scaramucce, sventato imboscate, uscendone sempre a testa alta. C'è in giro molta ignoranza, superficialità e si tende ad essere prevenuti su tutto. La meteorologia è una cosa seria ma non va tenuta nascosta tra le buie stanze universitarie, va divulgata in modo semplice e diretto per educare e sensibilizzare la popolazione, per aiutarla a programmare con serenità le proprie attività all'aperto e anche le proprie vacanze. Il meteorologo "fai da te" in Italia lo può fare solo il montanaro o il marinaio nel suo paesino, tra le sue quattro montagne o il suo tratto di costa, per il resto il paragone con il calcio non regge; se infatti è cosa risaputa che, noi italiani, siamo tutti bravi allenatori, non è altrettanto vero purtroppo che siamo bravi meteorologi. Tutto perchè fin dalle elementari ci hanno insegnato a prendere confidenza con le figurine Panini, mentre nemmeno la maestra o la prof delle medie ha mai saputo riconoscere un cirro. Insomma: educazione meteorologica=zero assoluto Quando poi ti trovi al liceo a dover fare i conti con la Forza di Coriolis ti viene un groppo allo stomaco: "cosa sarà mai questa roba indigesta?" e si lascia lì annoiati. E intanto gli anni passano: com'è andato questo 2003? Lo ricorderemo per il freddo in febbraio al centro-sud e la tanta neve sugli Appennini, per le nevicate di aprile sin sulla costa molisana, ma soprattutto per il tremendo, spaventoso, caldo che ci ha oppresso dalla tarda primavera sino alla fine di agosto, graziandoci peraltro nel mese di settembre. Terribile poi la siccità che ha afflitto il nord con la grande sete del Po, colmata gradualmente da provvidenziali piogge autunnali. Incoraggiante il finale d'annata con la neve precoce sulle Alpi e addirittura mezzo metro a Cortina l'8 novembre. L'Istat poi ha comunicato che Lodi detiene il triste primato del più alto numero dei decessi per tumore per il 2003, seguita a ruota da Milano, record opposto a Enna, a conferma che le città della Lombardia ormai scoppiano (la più alta percentuale abitativa del mondo) e l'inquinamento va alle stelle con conseguenze devastanti per la nostra salute. Un vero tormentone invece il bombardamento dei media sull'effetto serra: ogni minimo temporale un po' fortino, fiocco di neve lungo le coste, tempesta di vento, viene subito ricondotta al riscaldamento globale; certo, abbiamo surriscaldato il topo e il microclima, ma sul macroclima lasciateci almeno pensare che esistano delle variabili naturali che regolano la grande macchina del tempo. Pensate che solo 30 anni fa gli scienziati pensavano che l'effetto serra avrebbe provocato un avanzamento dei ghiacciai. Concludo consigliandovi a tal proposito il libro controcorrente che vi propone MeteoLive, in uscita a gennaio "Apocalisse bianca", giusto per farvi capire quanti interessi ruotino al discorso serra e per aprirvi gli occhi sul fatto che basterebbe una sola variabile impazzita per rimettere in discussione tutte le teorie più o meno acreditate in materia. Un caro saluto e un sereno 2004 a tutti...

Autore : Alessio Grosso, Capo Redattore

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum