Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Le ultimissime meteo del mezzogiorno: cosa bolle in pentola?

Confermato l'inserimento di una saccatura nel corso del fine settimana con tempo in moderato peggioramento.

In primo piano - 30 Marzo 2017, ore 11.59

La fase calda e soleggiata un po' fuori stagione è destinata a terminare durante il fine settimana per l'inserimento di una saccatura di origine atlantica che determinerà annuvolamenti e rovesci dapprima sul nord-ovest, sulla Sardegna e infine domenica coinvolgerà gran parte d'Italia, lasciando comunque un po' ai margini il settentrione.

La fase più instabile sarà all'origine di forti manifestazioni temporalesche a ridosso di Sicilia, Sardegna, Calabria ma parzialmente anche sulla Campania. Moderati rovesci o temporali potranno colpire nelle ore più calde del giorno, sia domenica che lunedì gran parte delle zone interne del Paese, spingendosi sin sull'Emilia-Romagna e l'Appennino ligure, molto più marginalmente sulle restanti zone del settentrione.

La depressione in formazione tra il medio ed il basso Tirreno non mollerà la presa sino a martedì 4 aprile, rinnovando le condizioni di instabilità sul meridione e su parte del centro, sia sul mare che sulla terraferma. Non si tratterà magari di un fronte atlantico "DOC" ma servirà comunque allo scopo di rifornire d'acqua molte delle nostre regioni.

Certamente continuerà a pagare il prezzo di una scarsa capacità penetrativa dei sistemi frontali il nostro Triveneto, lasciato per l'ennesima volta ai margini anche da questo affondo perturbato; la cosa stupisce non poco perché quella è proprio una delle zone d'Italia dove da sempre "piove di sacco" tanto per citare il nome di un simpatico paesino veneto, che riassume davvero l'andamento pluviometrico annuale su quelle zone. 

La sorpresina comunque nella nuova emissione del modello americano si vedrà mercoledì 5 aprile, quando altra aria fredda, penetrando proprio dal nord-est, andrebbe a tenere in vita la depressione sul meridione d'Italia, abbassando di qualche grado le temperature e rinnovando l'instabilità, questa volta soprattutto su Triveneto, poi regioni centrali e infine ancora meridione. L'attendibilità di tale "variante" o "evoluzione alternativa" è comunque da considerarsi bassa, inferiore al 30%!

In ogni caso entro venerdì 7 questa circolazione depressionaria dovrebbe esaurire la sua azione, concedendo all'anticiclone di riposizionarsi sull'Italia per il fine settimana 8-9 aprile (PALME), in attesa di capire cosa accadrà durante la settimana di Pasqua.


 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum