Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Le ultimissime della sera: a metà della prossima settimana al nord-ovest rischio NUBIFRAGI, altrove CALDO

Al nord-ovest maltempo tra mercoledì e giovedì, coinvolta forse anche la Toscana, altrove asciutto e sensibilmente più caldo sulle zone interne, specie quelle influenzate da venti di caduta dall'Appennino.

In primo piano - 15 Maggio 2014, ore 20.19

Nel corso del fine settimana andrà ad esaurirsi l'azione del vortice depressionario che per giorni ha interessato l'est europeo, coinvolgendo in parte anche il nostro Paese, specie le regioni adriatiche e meridionali.

Resterà però attiva un po' di instabilità sui rilievi, sabato soprattutto in Appennino, domenica segnatamente sulle Alpi centro-orientali ed il Triveneto.

Lunedì si instaurerà un temporaneo flusso di correnti da ovest un po' instabili, che favoriranno la formazione di nuclei temporaleschi in viaggio dal Tirreno verso l'Adriatico con maggiore interessamento per Toscana, Umbria, Lazio e più a nord segnatamente sul Triveneto. Al sud pressione più alta e tempo generalmente buono.

Per martedì 20 ecco la nuova depressione che andrà ad affondare sull'Iberia, un invito a nozze per l'anticiclone africano, che si metterà in moto verso il nostro Paese, irrobustendosi. Diventa dunque sempre più probabile un'ondata di caldo moderata sull'Italia, segnatamente sulle zone interne del centro-sud, lontane dal mare.

Anche il modello americano riduce ulteriormente le possibilità di penetrazione verso est della depressione sull'Iberia e ridimensiona di molto (fino praticamente a cancellare) il passaggio del fronte perturbato di mercoledì 21 al nord.

E invece, piccolo colpo di scena, tra mercoledì 21 e giovedì 22 la perturbazione collegata alla figura depressionaria proverà a sfondare sul nord-ovest. Il contatto tra l'aria calda in risalita dal nord Africa e quella più fresca atlantica, in concomitanza con il passaggio del ramo ascendente della corrente a getto, potrebbe innescare forti rovesci temporaleschi e, a ridosso dei rilievi, anche degli autentici NUBIFRAGI.

Qualche riflesso potrebbe aversi anche sulla Toscana, mentre sul resto del Paese farebbe ancora più caldo, acuito dagli effetti favonici indotti dalla ricaduta favonica del vento di Garbino sui versanti adriatici e di Scirocco sul nord della Sicilia.

Per venerdì 23 proseguirà il flusso umido da sud ovest al nord ma con fenomeni in prevalenza relegati al settore alpino, sporadici sul resto del nord, mentre al centro e soprattutto al sud, andrà ulteriormente mettendo radici il caldo.

Per sabato 24 braccio di ferro sempre più estremo tra depressione ed alta pressione africana con l'Italia però ancora avvolta complessivamente da aria calda e con precipitazioni ancora limitate all'estremo nord del Paese.

COMMENTO
Una delle classiche situazioni in cui sarebbe opportuno che l'Italia si trovasse di rado. Passi per il primo vero caldo, che a molti farà certamente piacere, (anche se il mare ancora fresco limiterà la calura sulle coste) ma per alcune zone del nord questo "contatto" tra masse d'aria, vissuto al limite tra due circolazioni opposte fa pensare ad eventi su aree ristrette assai temibili. Ne riparleremo naturalmente da domani su MeteoLive, buona notte a tutti!
 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum