Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Le proboscidi della paura: i TORNADO

Assistere ad un tornado può essere un'esperienza traumatica, specie per un bambino.

In primo piano - 31 Marzo 2010, ore 11.59

Mucche che volano, macchine sollevate come fuscelli, case rase al suolo, vegetazione sconvolta. Sono le scene del famoso film "Twister" ma il tornado non è affatto una finzione cinematografica ma un fenomeno drammatico che ogni anno negli Stati Uniti costa la perdita di vite umane. I tornado si originano nell'ambito dei temporali a supercella. Uno "shear" ben sviluppato può indurre una tale rotazione nel nucleo temporalesco da provocare la discesa della classica proboscide verso il suolo. I tornado più importanti si originano dalla nube a muro (o wall-cloud), presente nei temporali a supercella. Se la proboscide tocca il suolo, il temporale si trasforma in tragedia. La pressione molto bassa favorisce la condensazione e il vortice marcia ad una velocità media di circa 60 km/h. L'ampiezza della tromba può raggiungere i 700-800 m nei casi più gravi. Le raffiche di vento giungono sino a 500 km/h. Sulla Pianura Padana eventi di questo genere si sono verificati in forma molto ridotta ma c'è un'altra insidia altrettanto pericolosa: il temporale autorigenerante, famoso anche sugli Appennini; si veda a tal proposito quanto accaduto nel 96 in Versilia. Una linea di groppi insiste laddove esistono fenomeni di convergenza e imbuto geografico. Tra i 1500 e i 2500 m l'aria fredda affluisce costantemente sulla zona e contemporaneamente alle quote più basse affluiscono correnti d'aria calda molto ed umida verso la linea di sviluppo frontale. La zona più a rischio in questa situazione si può collocare lungo una linea Locarno(CH), Stresa, Verbania, anche se eventi del genere si sono avuti anche nella bergamasca. Un sistema frontale rapido (squall line)determina invece un classico passaggio temporalesco di breve durata e un ricambio della massa d'aria senza comportare grossi sconvolgimenti, anche se l'arco alpino spesso deforma i corpi nuvolosi in arrivo dal nord Europa.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 13.02: A26 Genova-Gravellona Toce

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Vercelli Est (Km. 116,8) e Allacciamento Diramazione Stroppiana-S..…

h 13.01: A8 Milano-Varese

coda rallentamento

Code causa traffico intenso a Svincolo Di Busto Arsizio (Km. 24,5) in uscita in entrambe le direzi..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum