Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Le possibili spruzzate di neve (miste a pioggia) in Valpadana nella notte su venerdì

Non disperate amanti della neve: tra giovedì sera e la notte su venerdì potrebbe rinnovarsi al nord l'appuntamento settimanale con la neve fino a quote basse, fin quasi in pianura. Ecco un primo dettaglio.

In primo piano - 19 Dicembre 2012, ore 10.25

 Resiste l'ipotesi della neve a quote basse nella notte su venerdì al nord. Quando un modello conferma le corse precedenti, significa che con buona probabilità ci porterà lungo la giusta strada. 

A livello generale notiamo l'azione contrapposta di un blocco anticiclonico di natura termica sul suolo russo e di un profondo vortice depressionario sull'Atlantico centrale. Nel mezzo un debole promontorio di alta pressione che dal Marocco tenterà nei prossimi giorni di risalire la china fino alla regione scandinava, con l'intenzione di saldarsi alla struttura termica continentale e fare tutt'uno.

La manovra infittirà ulteriormente il gradiente est-ovest, ovvero darà luogo ad un serrato braccio di ferro tra il gelo continentale e la mitezza atlantica. L'Italia, come sempre data la sua posizione geografica, si troverà proprio nel mezzo tra i due ciclopi. Questo vedrà alternarsi di masse d'aria molto diverse tra loro che, oltre a notevoli sbalzi termici, si accompagneranno al transito di alcune perturbazioni.

La prima di queste giungerà sulle nostre regioni settentrionali nella giornata di giovedì 20. La sua traiettoria non sarà ottimale per lo sviluppo di precipitazioni, tuttavia la formazione di un minimo secondario di passaggio sul golfo Ligure, potrà fornire lo spunto sufficiente per un passaggio di fenomeni, quantunque deboli o al più moderati (non si escludono locali temporali su Levante ligure) e comunque sbrigativi, tra la sera di giovedì e la notte su venerdì.

Gli strati di aria fredda che giacciono sulla val Padana e le infiltrazioni di aria polare da est con progressivo raffreddamento anche delle vallate alpine, risulteranno determinanti nello sviluppo di deboli precipitazioni nevose anche a bassa quota. Per le vallate alpine il limite può collocarsi mediamente intorno a 500-600 metri.

Per la val Padana la situazione appare decisamente più complessa, sia per l'irregolare collocazione di sacche d'aria fredda residua anche dovute alla presenza di neve recente al suolo, sia per l'afflusso di quelle infiltrazioni fredde da est. Al momento pare comunque possibile che tra la sera di giovedì e la notte su venerdì possa verificarsi del nevischio (pioggia mista a neve o neve mista a pioggia) qua e là fino in pianura, sui seguenti settori:

Piemonte orientale, in particolare Novarese e Vercellese, Lombardia occidentale, in particolare Varesotto e alto MilaneseVeneto, in particolare Trevigiano, Friuli Venezia Giulia, in particolare sulla fascia pianeggiante e nell'immediato entroterra delle province di Udine, Gorizia e Trieste.


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum