Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Le NEVICATE mancate...

Il meteorologo e il cambiamento del clima.

In primo piano - 27 Gennaio 2017, ore 11.10

Ormai facciamo previsioni da oltre un ventennio, di cui 17 anni qui su MeteoLive. Abbiamo sempre vissuto tutte le stagioni con trasporto, guidati dalla nostra passione per i fenomeni atmosferici e per la meteorologia in generale, che spesso ci ha portati anche sopra le righe, ma alla passione non si comanda.

La professionalità ci ha sempre imposto di rianalizzare tutto ciò che vediamo per il grande pubblico, cercando di fornire sempre una linea di tendenza che impropriamente definiremmo "logica e razionale" mettendo da parte l'emozione per la visione di certe mappe, scenari che qualche volta non si sono realizzati, ma che comunque abbiamo vissuto con grande trasporto, del resto l'attesa del piacere è essa stessa piacere.

E queste emozioni cerchiamo di trasmetterle ai nostri lettori: non tutti hanno lo stesso interesse per i fenomeni atmosferici e ci consultano giustamente solo per sapere se pioverà o ci sarà il sole.

Qualcuno invece scava nei testi e comprende quanto emerga il nostro trasporto per certi tipi di previsione, tra cui quelli per l'arrivo della neve, che ancora ci cattura e ci emoziona.

Il punto è che rispetto a 35-40 anni fa, quando si studiava il comportamento del clima e del microclima in Europa con tutta una letteratura e una casistica ufficiale che si doveva fare propria, oggi le cose sono cambiate, perché il clima stesso che è cambiato.

Oggi arrivano 3-4 perturbazioni serie all'anno se va bene, sino a 20 anni fa ne arrivavano almeno il doppio o il triplo. Adesso vado più di moda le depressioni, che cercano di aggirare l'ostacolo anticiclonico, diventato ormai preponderante, quasi assoluto protagonista per mesi. E con le depressioni le previsioni diventano più complesse.


Inoltre la molteplicità delle emissioni modellistiche, la frequenza con cui si succedono le emissioni, lo sviluppo dei modelli ad area limitata, se da un lato aiuta a formulare in modo più dettagliato una previsione, può anche mettere in crisi il previsore quando non c'è univocità di vedute, e questo accade molto spesso naturalmente.
 

Infine il cambiamento nell'evoluzione dei minimi depressionari creano molta difficoltà perché la letteratura di un tempo non contemplava tutta questa serie di varianti, intervenute negli ultimi anni, di cui ora bisognerà tenere assolutamente conto.

Infine tutti vogliono sapere che tempo farà tra una settimana, 10-15 giorni, ma proprio su questo tipo di previsioni l'errore può diventare anche marchiano; il lettore lo fa notare, qualcuno dice fermatevi a 3 giorni, ma la stragrande maggioranza richiede la sfida, e per noi è giusto così.

Chi non ha voglia di seguirle non le segua, l'abbiamo detto molte volte, ma la sfida continuerà.
 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 18.43: A7 Milano-Genova

coda rallentamento

Code causa traffico intenso nel tratto compreso tra Busalla (Km. 111,5) e Allacciamento A10 Genova-..…

h 18.38: A10 Genova-Ventimiglia

rallentamento

Veicoli lenti nel tratto compreso tra Bordighera (Km. 145,8) e Imperia Ovest (Km. 112,2) in direz..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum