Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Le gemme si aprono per il tepore o per la luce?

La primavera avanza! Tenete d'occhio gli alberi ed i fiori...

In primo piano - 12 Marzo 2010, ore 10.42

Dopo gli ultimi eventi meteo accaduti, suona quasi difficile parlare di primavera dalle nostre parti. Il freddo, la neve ed il vento hanno riportato l'Italia in pieno inverno nonostante il calendario sia favorevole alla stagione dei fiori. Rispetto agli ultimi anni, le fioriture risultano in ritardo. Nessuno si aspetta il verde alla metà di marzo, ma nemmeno alberi con rami completamente spogli e neve al suolo a fare da corollario. Il freddo indubbiamente influisce sulle infiorescenze e l'apertura delle gemme. In Liguria la mimosa quest'anno è fiorita in netto ritardo proprio a causa delle temperature rigide ed il vento forte. Anche le roverelle, un tipo di quercia che solitamente mantiene le foglie attaccate ai rami tenacemente fino a febbraio, quest'anno si presentano quasi completamente spoglie a testimoniare la forza degli elementi che hanno caratterizzato il nostro inverno. Consideriamo anche la quasi assenza di soleggiamento che abbiamo avuto in questi mesi ed il gioco è fatto. Nei prossimi giorni la situazione meteorologica in Italia sembra cambiare. La primavera cercherà di riconquistare il terreno perduto, sia con temperature più accettabili, sia con una maggiore presenza del sole. Sarà un vero toccasana gemme e fiori, che finalmente potranno uscire allo scoperto. La pioggia e la neve caduta negli ultimi giorni, unita alle temperature più miti ed al sole, garantiranno quasi "un'esplosione" delle fioriture dalle nostre parti, con buona pace per gli allergici (!). Le gemme si apriranno, i fiori sbocceranno sia per un maggiore tepore, sia per la luminosità che in questo periodo è già abbastanza intensa. Provate a fare un confronto tra una giornata di gennaio ed una di marzo. Noterete innanzitutto una maggiore lunghezza del dì sulla notte, ma anche un maggior potere luminoso (oltrechè riscaldante) del sole sulla terra. L'effetto del "fotoperiodo" (ovvero le ore di luce presenti nell'arco della giornata) e le temperature via via più miti imporranno l'apertura delle gemme e dei fiori, ovviamente a seconda delle varie specie. Volendo fare un distinguo, il carpino nero schiude le gemme più rapidamente rispetto alle robinie. Anche i faggi schiudono le gemme abbastanza presto, rispetto ad esempio ai castagni che rinverdiscono solo a primavera inoltrata.

Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 20.13: A1 Firenze-Roma

rallentamento

Veicoli lenti nel tratto compreso tra Valdarno (Km. 335,8) e Arezzo (Km. 358,5) in direzione Roma..…

h 20.08: A56 Tangenziale Di Napoli

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso nel tratto compreso tra Barriera Napoli Est (Km. 19,6) e..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum