Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Le correnti atlantiche daranno filo da torcere all'alta pressione?

Nel prossimo week-end e all'inizio della settimana prossima emerge la volontà da parte delle correnti perturbate atlantiche di sfondare maggiormente verso sud, ma è ancora presto per parlare di cedimento dell'alta pressione. Qualche temporale su parte del nord sarà comunque garantito.

In primo piano - 28 Luglio 2009, ore 10.12

L'alta pressione africana incombe sul Mediterraneo e sull'Italia ormai da molti giorni. Alla stabilità assoluta ed al caldo del Bel Paese si contrappone però un deciso flusso di correnti instabili che a più riprese interessa l'Europa centro-settentrionale. L'arco alpino, come spesso accade, funge da elemento separatore tra il clima estivo mediterraneo e quello assai più perturbato e fresco che regna oltralpe. Per i prossimi giorni non sono previste variazioni degne di nota a questa situazione, ma tra il week-end e l'inizio della settimana prossima il nastro trasportatore delle perturbazioni potrebbe scendere un pochino di latitudine. In questo modo parte del settentrione verrà coinvolto da alcuni transiti temporaleschi. Le zone maggiormente quotate saranno comunque le solite, ovvero Alpi, Prealpi e zone di pianura a nord del Po. Per il sud del Po, la Liguria e l'Emilia Romagna ci vorrà molta "fortuna" per avere un break piovoso almeno di qualche ora. L'affondo perturbato non sembra al momento così incisivo da far scendere eventuali temporali più a sud. Per ciò che riguarda il centro, se si eccettua qualche temporale nel pomeriggio in Appennino, non avremo cambiamenti degni di nota, a parte un rinforzo della ventilazione. Stessa cosa dicasi per il sud, dove tra l'altro le temperature potrebbero ulteriormente aumentare. Qualcosa comincia a muoversi, quindi, ma è ancora presto per parlare di "break" e tantomeno di "svolta". Quello che comunque conta è la presenza di un buon dinamismo delle correnti almeno a scala europea. In altre annate non era presente nemmeno quello!

Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum