Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Le Alpi e i temporali dei prossimi giorni

L’instabilità pomeridiana sulle Alpi è ormai diventata cronica; ma non mancheranno situazioni di temporaneo miglioramento, sebbene la norma climatica gioca a favore delle precipitazioni.

In primo piano - 28 Luglio 2008, ore 09.55

Le giornate estive sovente sulle Alpi, ma anche sulle Prealpi e sulle Dolomiti, si rincorrono tra un temporale e uno scroscio, una schiarita e un pò di nebbia; tutto condito con una notevole umidità e temperature piuttosto fresche. Le giornate di sole pieno sono state davvero rare in questa prima parte dell'estate; ma la climatologia alpina ci ricorda che il grosso delle precipitazioni coincide proprio con il periodo tardo-primaverile ed estivo. Per buona sorte, quando si parla di precipitazioni ci si riferisce ai quantitativi; pertanto sono proprio i temporali che ne garantiscono tanta concentrata in poco tempo. In inverno invece le precipitazioni risultano generalmente più deboli e largamente distribuite nel corso della giornata. Con l'instabilità bisogna perciò imparare a convivere, specie nelle località alpine e non farsi scoraggiare, nonostante sia luglio o agosto; ma esercitare prudenza e oculatezza, alternando le attività e gli spostamenti. I prossimi giorni non promettono grandi cambiamenti, ma non pioverà sempre, tantomeno dappertutto. I fenomeni non saranno ovunque intensi e prolungati, sebbene i temporali potrebbero risultare spiacevolmente improvvisi. Martedì andrà un pò meglio, specie al nord-ovest; con i fenomeni più isolati e limitati al pomeriggio e ai rilievi. Già da mercoledì le nubi si faranno più insistenti e frequenti, sin dal mattino, e lungo tutto l'arco alpino, la probabilità di temporali sarà medio-alta, con possibili sconfonamenti sulle pianure a nord del Po. Giovedì il cielo sarà inizialmente velato, ma nubi minacciose si ripresenteranno a macchia di leopardo su quasi tutti i rilievi alpini, con una maggiore preferenza per quelli centro-orientali; Prealpi e Dolomiti. Rischio di temporali medio-alto. Venerdì la coda di una perturbazione atalantica sconvolgerà i cieli del nord-ovest, sui cui rilievi sarà un crescendo di nubi e rovesci, con elevato rischio di temporali. Fenomeni meno probabili e condizioni migliori sulle Alpi centro-orientali. Tra Sabato e Domenica la tendenza è verso un parziale, sebbene temporaneo, miglioramento.

Autore : Giuseppe Tito

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum