Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

La voce del SUD: quando non si è mai contenti del tempo che fa

Il bel tempo Tarantino che...non piace.

In primo piano - 3 Luglio 2009, ore 09.41

Sono le 13:30 di un pomeriggio di inizio Luglio, il Sole illumina e riscalda l’arco jonico così come tutta la Puglia e come gran parte del resto dell’Italia, il termometro continua la sua corsa verso l’alto, verso quel tetto dei 30°C che, almeno qui, nel capoluogo jonico, non si raggiungono ormai da 12 giorni (cosa del tutto inusuale da queste parti in questo periodo dell’anno), ma il cielo rumoreggia già da qualche minuto, grossi nuvoloni si addensano verso Nord e Nord-Est dal settore dell’altopiano delle Murge ad avvisarci che neanche oggi questo traguardo termico sarà raggiunto. E’ una storia che si ripete, ormai, da quasi due settimane: la giornata inizia con cielo sereno o poco nuvoloso (salvo episodici addensamenti residui dell’attività cumuliforme del giorno precedente, che nella notte non sono riusciti a dissolversi del tutto) ed il clima invita a riversarsi sulle belle spiagge dell’arco jonico e ad un tuffo nel nostro splendido mare, ma poi… l’incanto si interrompe! Già dalla tarda mattinata, in corrispondenza dei vicini monti dell’Appennino lucano (a NW) o dalle retrostanti alture dell’altopiano delle Murge (a NE) si stagliano imponenti cumulonembi che, con la loro caratteristica forma ad incudine e con le loro prime raffiche di vento fresco annunciano l’incipiente peggioramento del tempo. Il Sole si copre, la temperatura cala vistosamente e dalle spiagge, fino a pochi minuti prima popolate dai bagnanti e dagli amanti della tintarella inizia il fuggi fuggi generale! Così, il temporale pomeridiano giunge puntuale, ogni giorno, a rinfrescare la calura che, altrimenti, in questi giorni di Luglio sarebbe intensa e a dar beneficio e sollievo ad una terra che troppo spesso soffre della carenza d’acqua. Chiaramente tutti si chiedono quanto tutto questo durerà e molti si lamentano per un’Estate che, almeno qui in Puglia, non sembra all’altezza delle aspettative. Magari gli stessi vorrebbero che tornasse presto quell’afa insopportabile e appiccicosa per cui una città completamente circondata dal mare come Taranto è famosa! Magari aspettano che torni quel caldo che rende difficile vivere, quei giorni in cui alle 8 del mattino ci sono già 30°C e quando il Sole cala è anche peggio, perché ci pensa l’alto tasso di umidità a far passare notti insonni! La realtà è che non siamo mai contenti del tempo che fa: fa caldo e vogliamo che smetta al più presto, d'Estate piove (come accade in questi giorni) e ci lamentiamo perché non possiamo stare al mare! Hai voglia a dire a queste persone che si possono sfruttare le ore del mattino per andare in spiaggia (che poi sono anche quelle migliori!), tanto non serve a niente! Piuttosto si preferisce andare al mare alle 13, o alle 14, cioè proprio quando si vivono le condizioni termiche e radiative peggiori per il nostro organismo! E in Inverno? Pensate un po’ a quello che succede in Inverno, quando delle normali irruzioni di aria fredda fanno abbassare un po’ le temperature e portano finalmente la neve alle basse quote! Pensate a queste situazioni del tutto normali, definite dai più “eccezionali ondate di freddo polare”, tanto che già dopo 12 ore ci si chiede quando finirà! E’ proprio vero, non siamo mai contenti! ma pensate, invece, un po’ a quello che sta avvenendo in questi giorni da queste parti: al mattino, nel momento più fresco della giornata c’è il Sole che riscalda, ma non troppo; poi, nel primo pomeriggio, quando si dovrebbe iniziare a soffrire per il caldo il cielo si copre sempre e, spesso, inizia la pioggia che, grazie anche al rovesciamento di aria fredda dagli alti strati, fa diminuire la temperatura; poi, alla sera tutto finisce, l’aria è fresca e invita a piacevoli passeggiate: cosa vogliamo di più? meglio di così! ma è possibile che non riusciamo a renderci conto che non c’è nulla di meglio di questo tipo di tempo? Come si può etichettare questa situazione come una di “avverse condizioni meteorologiche” e definire il mese appena trascorso come “un mese di Ottobre fuori stagione”? La verità è che noi Italiani siamo viziati e abituati male! La verità è anche che, dall’inizio dell’Estate astronomica, a Taranto, come in tutta la Puglia, stiamo vivendo in un autentico paradiso climatico (cosa inusuale da queste parti!), ma, ahimè, non ce ne stiamo rendendo conto e ce ne lamentiamo! Tanto ben presto tutto questo finirà, da Sabato e per una buona settimana ci penserà l’anticiclone africano, con i suoi “bollenti spiriti” a riportare le cose a posto, all’inizio della prossima settimana sul Sud Italia transiterà anche la cuspide dell’alta pressione algerina e lor signori piagnucoloni, lamentosi e queruli saranno ben presto serviti e accontentati.

Autore : Dott. Pier Paolo Talamo

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum