Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

La tromba d'aria nel Salento

Alberi divelti, tir rovesciati, 10 minuti di paura nella Puglia meridionale

In primo piano - 19 Novembre 2000, ore 07.56

Un terribile risveglio per alcuni comuni della penisola salentina. Il fenomeno si é innescato a Cursi, in provincia di Lecce, proseguendo fino a Scorrano. Numerosi i crolli, tra cui il campanile e il chiostro del convento dei Cappuccini, decine gi alberi abbattutti, macchine e tir rovesciati, crollato il muro di cinta di un ospedale. Invece di piovere copiosamente come sarebbe necessario all'agricoltura, il maltempo arriva a sfuriate di pochi minuti e colpisce selvaggiamente. Invece della pioggia é arrivata la grandine: una vera beffa. Per fortuna questa mattina la pioggia vera, quella benefica é arrivata, ma per il momento interessa solo il settore settentrionale della regione, speriamo possa guadagnare terreno verso sud, ma non a colpi di trombe d'aria. Ecco una possibile spiegazione del fenomeno, a cura di Mansueto Botrugno: "Dopo aver in qualche modo accettato e messo da parte il pericolo scampato ed aver constatato gli ingenti danni causati, ho cercato, dal basso della mia conoscanza, di dare una spiegazione a quanto accaduto. Da molti giorni le temperature sulle regioni del meridione si mantenevano ben al di sopra delle medie del periodo, tanto che pareva di essere ancora a settembre e non ad un passo dal Natale. Giornate miti e sole a volte fastidioso tanta era la sua innaturalezza stagionale. Un forte vento di scirocco era la causa, una massa di aria dall'Africa, pareva di capire dalle vostre notizie. La notte tra il 17 e 18 novembre nulla sembrava dar segno di cambiamenti tranne, come ho già detto, la mancanza di una umidità accentuata (quella che bagna strade, auto, ecc. per intenderci). La mia teoria: la perturbazione annunciata per il giorno 18 stava ormai per fare il suo ingresso nel Salento ed i primi rovesci si erano verificati in provincia. Ma cosa ha scatenato la bufera? La forte grandinata ha riversato al suolo una quantità enorme di aria molto fredda e tutto ciò in brevissimo tempo, grandine che è caduta prima della pioggia, ossia sul terreno asciutto, di conseguenza il contrasto con l'aria calda è stato più accentuato. La massa di aria fredda per effetto di uno spostamento convettivo ha costretto l'aria calda a sollevarsi, ma il movimento è avvenuto in maniera brusca ed irruenta tanto da generare in brevissimo tempo un vortice che si alimentava in continuazione, "la tromba d'aria".

Autore : Redazione

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 09.47: A1 Milano-Bologna

coda incidente

Code per 2 km causa incidente nel tratto compreso tra Fiorenzuola (Km. 74) e Fidenza (Km. 90,4)..…

h 09.42: A1 Firenze-Roma

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Arezzo (Km. 358,5) e Monte San Savino (Km. 371,6) in direzione..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum