Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

La spettacolare rotazione del VENTO in Valpadana nella prossima notte: quali risvolti?

Venti da nord, poi da est, che turbolenze, anche qualche riflesso instabile.

In primo piano - 25 Marzo 2019, ore 09.45

Cosa dovremo aspettarci questa sera al nord e su parte del centro? Una grande sfuriata di vento e su alcune zone anche rovesci e temporali.
                          

Con questo tipo di circolazione solitamente si genera un minimo di pressione sottovento alle Alpi e sulla Valpadana occidentale soffia il Favonio e su quella orientale in genere la Bora. 
Ecco la situazione prevista all'una di notte di martedì 26 marzo al suolo: soffia la Bora su tutto il nord-est, resiste ancora il Favonio più ad ovest.
                          
Alle 4 del mattino di martedì 26 le cose sono già nettamente cambiate: l'est ha scacciato il Favonio anche ad ovest portando la sua aria umida anche ad ovest. Nel frattempo il forte vento da est investirà anche tutta la Toscana e l'Isola d'Elba.
                         

Il minimo dunque, partito dalla Valpadana, andrà a traslare verso il Golfo Ligure, avvettando nei bassi strati per qualche ora, non più correnti da nord, ma da est, addirittura sud est sin sulla Valpadana occidentale, andando a neutralizzare gli effetti del Favonio.

Rientrerà dunque aria decisamente più umida al suolo ed anche instabile; la convergenza con correnti fredde e secche da nord-est alle quote medie potrebbe favorire così la formazione di brevi rovesci anche ad ovest, dalla media pianura verso sud, in pratica lungo una linea Torino-Milano e a sud di essa.

Più facile invece sarà assistere a precipitazioni su tutto l'est della Lombardia, sul Triveneto e sull'Emilia-Romagna; infatti lì non ci sarà Favonio e l'aria risulterà umida sin da subito; la corrente da nord-est in quota farà il resto, dispensando precipitazioni molto più significative. 

Ecco la sommatoria dei fenomeni prevista sino alle 8 di martedì 26 marzo dal modello americano: si notano accumuli più importanti sul nord-est e le Marche.
                          

Il vento sarà accompagnato da un sensibile calo delle temperature; su Cremonese, Mantovano, Veronese, Trevigiano, Vicentino, Padovano e in genere su gran parte dell'Emilia-Romagna il nostro modello prevede la possibilità di locali grandinate.

Insomma sarà una notte da lupi sul settentrione ed anche su Toscana e Marche: procedendo verso le alte pianure del nord-ovest comunque non dovrebbero verificarsi precipitazioni, così come resteranno completamente all'asciutto le Alpi occidentali.

 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum