Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

La sorte della "goccia fredda" del 7-8 gennaio

Vediamo di "zoomare" sul modesto episodio perturbato atteso al nord-ovest per i primi giorni della prossima settimana.

In primo piano - 4 Gennaio 2002, ore 08.56

Questa mattina sono salite le quotazioni del nucleo depressionario in quota che tra lunedì 7 e martedì 8 gennaio dovrebbe riuscire a raggiungere il nord Italia, risultando più attivo su Piemonte e Lombardia, prima di allontanarsi con moto retrogrado verso ovest, cioè sulla Francia, dove andrà probabilmente anche a colmarsi. Ebbene si tratta davvero di una piccola smagliatura nel vasto impero anticiclonico, che sembra poi stabilirsi pigramente sull'Europa centrale per il resto della settimana, ma sarà bene analizzare in dettaglio l'unica possibilità di rivedere qualche precipitazione sulle terre rinsecchite del nord-ovest. La pressione al suolo rimarrà prossima a valori di 1035-1040 con scarti barici trascurabili tra i due versanti alpini e dunque poco favorevoli a sviluppo di correnti favoniche nord-sud. Assodato questo, oltretutto il suolo conto poco in tali circostanze. Il moto retrogrado della depressione finirà per convogliare correnti da SE sulla Pianura Padana e da NE sull'altopiano svizzero, in una sorte di situazione rovesciata rispetto a quelle classiche da ovest con venti da SW davanti al fronte e NW al seguito. Farà freddo in quota? Pochino, si confermano -3°C a 1500 m ma considerato che in Pianura Padana difficilmente verrà rimosso quello strato gelido accumulatosi nel corso del week-end in assenza di vento, sarà facile ritrovare una certa omotermia fino al suolo. In altre parole sarà facile veder fioccare sino in pianura. Il minimo seguirà una traiettoria irregolare che nel corso di lunedì farà aumentare la nuvolosità su tutto il nord ma che, in termini di precipitazione dovrebbe colpire in serata e nella mattinata di martedì segnatamente Piemonte, Lombardia. Qualche nevicatina sarà possibile anche sulla Valle d'Aosta e sulla Liguria, specie nella zona del Ponente. In seguito come detto tutto migrerà verso ovest, il tempo migliorerà ovunque e non si avranno importanti variazioni nel campo termico. Il centro-sud non verrà affatto interessato da questo passaggio. Attenzione però: le "goccie fredde" fanno impazzire i previsori per il loro caracollare incerto e possono accelerare, fermarsi, colmarsi ed intensificarsi molto pià rapidamente di quanto possa sembrare. Certo non saranno due fiocchi ad interrompere la "carestia" al nord ma serviranno soprattutto al morale...

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 05.10: SS17 Dell'appennino Abruzzese E Appulo-Sannitico

rallentamento

Traffico rallentato, veicoli scortati nel tratto compreso tra 27 m dopo Incrocio Ponte Zittola - SS..…

h 03.42: A25 Torano-Pescara

rallentamento

Veicoli lenti nel tratto compreso tra Allacciamento A24 Roma-Teramo (Km. 72) e Pescara-Villanova (K..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum