Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

La situazione depressionaria fra giovedì 23 e domenica 26

Entro la fine della settimana si genererà un potente Ponte di Woejkhoff sull’Europa centrale

In primo piano - 20 Gennaio 2003, ore 11.48

Con il passaggio della intensa perturbazione fra martedì e mercoledì, e con l’ingresso di aria artica marittima (inizialmente fredda solo in quota, ma dopo qualche ora anche al suolo, grazie alle precipitazioni), si genererà una profonda depressione sul nostro Paese. Questa avrà una struttura particolare, perché comincerà a formarsi martedì pomeriggio, con un minimo sul Golfo di Genova in graduale spostamento verso l’alto Adriatico; nella serata di mercoledì nascerà un secondo minimo sul Mar Ligure (seppur meno intenso e foriero di piogge); contemporaneamente invece sulla Sardegna comincerà a prendere forma il minimo più importante, quello che darà vita ad una struttura persistente sul nostro territorio. I due minimi più recenti andranno infatti a fondersi ed a traslare gradualmente verso il meridione della Penisola, dove rimarranno isolati, a causa della graduale rimonta dell’anticiclone subtropicale atlantico dalla Spagna verso N-NE fin sull’Inghilterra. Con il graduale indebolimento e spostamento sulla Russia di una depressione centrata inizialmente fra Polonia e Germania, il cuneo di alta pressione, spintosi ormai fin sul Mare del Nord, potrà trovare spazio dove espandersi, grazie anche al recente transito dell’aria fredda, che agevolerà l’aumento di pressione nei bassi strati. Entro la fine della giornata di venerdì la pressione sarà aumentata fin sulla Scandinavia, mentre gradualmente anche alle quote più alte la corrente a getto comincerà a disegnare un’onda anticiclonica sempre più marcata nelle stesse zone; ecco che allora sabato prossimo avverrà il congiungimento fra questa figura di alta pressione ed un’altra cellula dinamica presente sulla Russia, a formare un Ponte di Woejkhoff da manuale, che potrebbe resistere agli attacchi delle depressioni atlantiche per qualche giorno. La conseguenza più ovvia sarà l’insistenza della depressione sullo Ionio almeno fino a lunedì, con venti forti e piuttosto freddi da E, piogge copiose al sud, e qualche nevicata fino a bassa quota sulle regioni adriatiche. A questo punto è meglio non andare oltre, in quanto fra domenica e lunedì si potrebbe formare un nuovo impulso anticiclonico dal Portogallo verso le Isole Britanniche, preceduto però da una debole perturbazione, che andrebbe a transitare sulla Francia per poi essere richiamata dalla depressione sul meridione d’Italia verso sud, attraverso la Valle del Rodano. E’ comprensibile che in questo caso si apre un ventaglio di possibilità che non permette ancora di dare una previsione attendibile oltre lunedì, quindi eventualmente di tale perturbazione ne parleremo nei giorni a venire.

Autore : Lorenzo Catania

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 12.01: A24 Roma-Teramo

incidente

Incidente a Colledara-San Gabriele (Km. 136,3) in uscita in entrambe le direzioni dalle 11:57 del..…

h 11.55: A18 Messina-Catania

coda rallentamento

Code causa traffico intenso a Svincolo Taormina (Km. 35) in uscita in direzione Messina uscita co..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum