Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

La settimana bianca? Arriva adesso! Sulle Alpi attese consistenti nevicate almeno fino a domenica

Inizierà a fioccare la sera di martedì 10 sui settori più occidentali, poi mercoledì bianco fin verso gli 800-1000 metri sui settori centro-occidentali, tra 1000 e 1300 metri su quelli orientali. Altri apporti nevosi ma a quote in leggero rialzo nei giorni successivi sino al week-end.

In primo piano - 10 Aprile 2012, ore 12.47

 Consistente scorpacciata di neve sulle Alpi. Il tempo, come vedete, ci ha beffati tutti, lasciandoci sotto il sole cristallino di gennaio, per poi seppellire le nostre montagne di neve nel mese di aprile. Sarà sicuramente il momento opportuno per coloro che gestiscono impianti di risalita e relative piste dei grandi comprensori alpini, tenere in considerazione le condizioni ottimali che si avranno almeno per i prossimi 10-15 giorni, magari per posticipare la chiusura delle strutture.

Di neve ne verrà tanta: possiamo calcolare approssimativamente, ma nei prossimi aggiornamenti torneremo sull'argomento dettagliando per bene, potranno cadere anche oltre 1 metro di neve fresca sopra i 2000 metri, fino a 30-40 centimetri a 1500 metri. Tutto l'arco alpino riceverà democraticamente le sue nevicate, anche se i settori valdostano, piemontese settentrionale e lombardo potranno probabilmente beneficiare di apporti leggermente superiori.

Le quote? Inizialmente basse per la stagione. Tra la sera di martedì, quando inizieranno a cadere i primi fiocchi sui settori occidentali fino alla Valle d'Aosta, e l'intera giornata di mercoledì 11, quando l'arco alpino verrà interessato in toto, il limite nella neve si collocherà mediamente intorno a 1000 metri, ad eccezione delle Alpi Carniche e Giulie, dove si salirà intorno a 1300 metri. Da considerare comunque i frequenti sconfinamenti delle nevicate anche a quote più basse durante gli episodi più intensi o derivati da locali situazioni convettive (temporali). Qui la neve potrà scendere anche sino a 800 metri.

Dopo la relativa pausa di giovedì, tra venerdì e domenica ecco la seconda mandata nevosa. Le precipitazioni qui saranno meno intense nell'unità di tempo ma più continue. La quota è prevista in lieve rialzo, dato l'afflusso di aria più mite e la relativa miscelazione ravvicinata con l'alimentazione fredda da parte di uno stretto vortice di bassa pressione che stringerà le viti sul Tirreno centrale.

In quei giorni i fiocchi cadranno dunque copiosi oltre i 1400-1600. Anche in questo caso calcoliamo fin d'ora i possibili casi convettivi che potranno far scendere il limite bianco temporaneamente e localmente sin verso i 1000-1200 metri. Non è previsto alcun miglioramento degno di nota almeno sino alla giornata di domenica. 

Per tutto l'arco della settimana non sarà dunque da sottovalutare il forte pericolo di valanghe, anche in virtù dei consistenti accumuli tutti d'un fiato, del vento forte che soffierà la neve alle quote medio-alte e delle temperature, complessivamente non molto lontane dallo zero gradi intorno ai 2000-2500 metri.


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 18.07: A1 Raccordo Tangenziale Est Di Milano

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Allacciamento A1 Milano Napoli e Allacciamento Tangenziale Est Mi..…

h 18.05: A14 Bologna-Ancona

coda incidente

Code per 8 km causa incidente nel tratto compreso tra Bologna San Lazzaro (Km. 22,2) e Allacciamen..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum