Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

La rimonta calda del fine settimana: quanto ci scalderemo?

L'arrivo dell'anticiclone determinerà un progressivo surriscaldamento della temperatura che andrà portandosi dai valori attuali sotto media stagionale, sino a valori leggermente superiori. Per quale ragione si verificherà questo aumento termico e quali saranno i settori d'Italia che si scalderanno di più?

In primo piano - 1 Luglio 2013, ore 12.00

La prima decade di luglio sarà caratterizzata da un graduale ma costante aumento della temperatura provocato dall'imposizione sul bacino del Mediterraneo di una fascia anticiclonica di natura azzorriana. Questa fascia anticiclonica avrà delle caratteristiche diverse rispetto alle fasi tiepide e stabili accorse durante le settimane scorse. L'anticiclone non verrà accompagnato da temperature eccessivamente eclatanti, tuttavia risulterà molto esteso, a tal punto da riuscire a ricoprire quasi tutta Europa, restituendoci una situazione atmosferica votata al tempo stabile e soleggiato non solo sul nostro Paese ma anche su parecchie altre zone del vecchio continente.

I massimi anticiclonici resteranno in posizione abbastanza stazionaria sull'Europa e sul Mediterraneo occidentale, determinando una stabilizzazione del tempo che risulterà particolarmente efficace su tutto lo stivale ad eccetto di alcuni modesti temporali termoconvettivi che popoleranno i nostri rilievi interni durante le ore pomeridiane. Le condizioni in assoluto più stabili le riscontreremo proprio sui settori occidentali europei. (penisola Iberica, Francia e parte del Regno Unito)

Di quanto potranno aumentare le temperature?

Come anticipato, l'aumento della temperatura sarà costante e prolungato nel tempo, tuttavia non dovrebbe raggiungere valori esagerati anche se col passare dei giorni andrà accentuandosi la sensazione di afa nelle pianure, sulle valli interne ed infine anche sulle coste. Sui settori interni e lontani dal mare l'aumento termico portato dall'anticiclone potrà arrivare sin verso gli 8-10 gradi rispetto ai valori che hanno caratterizzato l'Italia i giorni scorsi. In piccola parte questo surriscaldamento dell'aria è avvenuto già nelle ultime 36 - 48 ore, tuttavia i processi attraverso i quali la massa d'aria si surriscalderà, saranno diversi rispetto a quelli che hanno caratterizzato le estati degli anni passati.

Il surriscaldamento della temperatura avverrà assai più lentamente risultando dilatato nel giro di diverse giornate d'intenso irraggiamento solare. Si tratterà di un tipo di caldo afoso piuttosto che torrido. (cioè caldo umido e non secco) Queste caratteristiche saranno provocate dalla stessa natura prettamente "oceanica" dell'alta pressione. La calura maggiore inizierà a farsi sentire in maniera decisa sul nostro Paese, non prima del week-end su sabato 6 e domenica 7 luglio.

 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum