Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

La primavera può aspettare, week-end nel mirino dell'instabilità

Guasto a doppio corpo sull'Italia tra sabato e domenica. Prima interessate le nostre regioni meridionali, poi subentrerà una perturbazione a invadere il nord.

In primo piano - 22 Febbraio 2011, ore 09.34

A ognuno il suo. Così come spesso accade, anche il prossimo fine settimana vedrà l'Italia divisa meteorologicamente in due fette ben distinte, ognuna delle quali interessata da una perturbazione tutta sua.

Sabato sarà il nostro meridione a risentire maggiormente di spiccate condizioni di instabilità. Un centro depressionario posto tra il basso Tirreno e lo Ionio vedrà strutturata una perturbazione che interesserà un po' tutte le regioni meridionali con cieli grigi e possibilità di precipitazioni.

Molise, Puglia, Basilicata e Calabria le regioni che riceveranno le precipitazioni più significative, con limite delle nevicate posto tra 400 e 500 metri. La Campania ne rimarrà parzialmente fuori grazie al riparo dell'Appennino che comunque non impedirà il dispiegarsi del vento da nord, a tratti anche fastidioso.

Domenica ecco che la situazione si ribalta. L'allontanamento del centro depressionario ionico verso l'isola di Creta darà luogo a un sensibile miglioramento al meridione, mentre nuove nuvole si affacceranno sull'Italia, questa volta puntando più direttamente il nostro settentrione.

La perturbazione, proveniente dalla Francia, impatterà l'arco alpino nella notte su domenica causando lo sviluppo di un minimo secondario sottovento che si strutturerà sul golfo Ligure. Da qui il rientro di aria più umida dai quadranti meridionali che daranno luogo a precipitazioni deboli ma piuttosto estese su tutto il settentrione. A tratti coinvolte anche l'alta Toscana e il nord delle Marche. Sul resto del centro e sulla Sardegna probabilmente solo nuvole.

Il limite delle nevicate, stante lo scarso apporto di aria fredda nei giorni precedenti, si collocherà mediamente intorno a 700-900 metri, probabilmente un po' più in basso sul Triveneto che avrà invece risentito in parte dello stesso afflusso freddo recato dalle maggiori e più dirette infiltrazione dei venti di Bora.


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 22.24: A51 Via Raffaele Rubattino incrocio Tangenziale Est Di Milano

blocco

Chiusura notturna, entrata chiusa causa tratto chiuso a Svincolo Usmate-Velate Sud: Carnate-Paderno..…

h 22.23: A51 Via Raffaele Rubattino incrocio Tangenziale Est Di Milano

blocco

Chiusura notturna, entrata chiusa causa tratto chiuso a Svincolo Vimercate Nord: Frazione Velasca (..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum