Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

La prima decade di febbraio? Variabile e progressivamente più mite

In sintesi la situazione sullo Stivale con l'aiuto dei grafici "ensembles".

In primo piano - 28 Gennaio 2014, ore 11.54

Le grandi correnti perturbate atlantiche seguiteranno a spingere ancora per molti giorni da ovest, finendo per fiaccare la pur strenua resistenza dell'anticiclone russo, che non riuscirà mai a portare vero freddo sin sul Mediterraneo, giusto qualche spiffero dopo il pioggione del week-end 1-2 febbraio, quanto basta per riallineare le temperature alle medie del periodo e far pensare di essere ancora in inverno.

Al nord potrebbe arrivare qualche precipitazione nevosa a bassa quota in un paio di circostanze, segnatamente tra giovedì 6 e sabato 8 ma con limite neve a quote collinari e nessun fiocco in pianura.

Al centro-sud invece i fenomeni risulteranno scarsi, semmai limitati a qualche rovescio.
Successivamente il modello fotografa ancora una spinta notevole della corrente a getto sotto un gigantesco vortice atlantico, che determinerà l'inserimento di forti correnti occidentali sull'Italia, tali da trasportare aria molto mite, sia pure parzialmente umida, in direzione del nord e dei versanti tirrenici.

Ovunque le temperature dopo il 7 e oltre la prima decade si porteranno ben al di sopra delle medie del periodo, strizzando l'occhio chiaramente alla primavera. Una situazione che si trascina da troppo tempo, facendo assomigliare quasi del tutto questa stagione alle più nefaste tra quelle degli anni 2000.

La differenza maggiore tra gli inverni miti degli anni 80 e 90 e quelli del nuovo secolo sta soprattutto nelle precipitazioni. In passato l'inverno mite faceva spesso rima anche con secco, ultimamente invece mitezza fa rima con piovoso. Almeno in questo senso il trend è cambiato.

Potrà succedere qualcosa nella seconda metà di febbraio che sovverta questo andamento così mite? Dipenderà tutto dai movimenti in stratosfera, anche se prima o poi il vortice polare troposferico collasserà anche da solo e sicuramente qualche risvolto anche in sede europea dovrà pur esserci.

Se metti "Mi piace" sulla nostra pagina Facebook riceverai i nostri aggiornamenti meteo direttamente sulla tua bacheca di Facebook e potrai interagire con tutti gli altri nostri fan: https://www.facebook.com/MeteoLive


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum